Annuncio Google

I Sette Raggi

Le Energie, gli Arcangeli, i Maestri e i Cristalli dei Sette Raggi.
Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 08/09/2008, 8:40

I SETTE RAGGI

La scienza insegna che la luce bianca contiene i sette colori fondamentali, visibili nell'arcobaleno. Insegna anche che vi sono tre colori fondamentali (blu, rosso e giallo) che, mescolati in modo appropriato generano gli altri quattro colori (arancio, verde, indaco e violetto). Questo fenomeno è un pallido riflesso di ciò che succede all'Amore di Dio, che si suddivide in tre Aspetti (o energie), classificate come:

1° Aspetto: Volontà - Potere,

2° Aspetto: Amore - Saggezza,

3° Aspetto: Intelligenza attiva,

Dalle combinazioni di queste tre energie fondamentali, dette anche Raggi, derivano altri quattro Raggi. Pertanto vi sono sette differenti aspetti della stessa energia e tutti necessari, perché ciascuno di essi possiede una sua propria qualità indispensabile al perfezionamento dello scopo latente e segreto di Dio.

I Sette Raggi sono le qualità dell'unica Vita che, pur pervadendo l'universo, rimane identica a se stessa e non si riduce. Come si legge nella Bhagavad Gita (antico poema indù), "Avendo pervaso l'Universo con un mio frammento, io permango".

Questi Sette Raggi vengono trasmessi dal Grande Architetto ai Sette Spiriti davanti al Suo Trono, e quindi raggiungono la Terra, mescolandosi e fondendosi in vario modo, a seconda della funzione che devono assolvere. Pertanto, mediante la manipolazione dei Sette Raggi, il Grande Architetto è in grado di ottenere l'infinita varietà di forme che esiste nel Suo Sistema Solare.

Possiamo dire che i Sette Raggi entrano nella costituzione, seppur in percentuale diversa, di ogni cosa o creatura esistente. Questi Raggi sono perciò gli elementi che collegano e sintetizzano i vari aspetti del Cosmo, mettendoli in relazione fra loro ed in sintonia con la volontà ed i propositi di Dio. Rappresentano sette tipi di energia, che sono l'espressione delle sette qualità del divino.



1° Raggio: Volontà Divina-Fede- protezione- Potere, Arcangelo Michele.

2° Raggio: Illuminazione - Saggezza, Arcangelo Jophiel,

3° Raggio: Amore-Adorazione-Gratitudine-Intelligenza attiva , Arcangelo Camael.

4° Raggio: Purezza-Armonia-Equilibrio-Ascensione, Arcangelo Gabriel.

5° Raggio: Scienza-Verità-Guarigione Arcangelo Raphael.

6° Raggio: Pace-Servizio-Idealismo - Devozione Arcangelo Uriel.

7° Raggio: Libertà-Trasmutazione-Ordine cerimoniale, Arcangelo Zadkiel.

Per un approfondimento....profondo, ma proprio profondo....esiste il

Trattato dei Sette Raggi, di Alice Bailey

Sotto l’unico titolo di Trattato dei Sette Raggi, l’opera raccoglie una serie di 5 volumi basati sulla realtà, la natura, la qualità e l’interdipendenza dei sette flussi di energia che pervadono il nostro sistema solare, il nostro pianeta e tutte le cose che vivono e si muovono all’interno della sua orbita. Questi volumi approfondiscono la psicologia dell’essere umano inteso quale vita, qualità e manifestazione di una entità spirituale che si incarna e si evolve. Essi mettono inoltre in relazione la particolare psicologia umana alle condizioni del mondo e alle possibilità future.


Lettura molto impegnativa!
Almeno per me....un abbraccio. Shanti

Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Annuncio Google
Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:11


Il primo raggio




Gerarchia divina: Trinità
Aspetto divino: PADRE: Potere - Volontà - Proposito
Arcangelo reggente: Arcangelo Mikael (Michele): "Chi Come Dio"
. Difensore della fede e del primato di Dio. Potere assoluto contro il male, per intercessione. Comandante delle Milizie Celesti. Custode dello Splendore e della Fede
Maestro Asceso: MORYA
Colore del raggio: Blu Zaffiro
Pianeta: Mercurio
Metallo: Oro
Vibrazione musicale: LA/DO#
Vibrazione vocale: AU
Minerali in risonanza: quarzo ialino, zaffiro blu, acquamarina, celestite
Essenza aromatiche: Incenso puro, muschio di quercia, verbena, achillea
Manifestazioni: Trionfo della legge e della giustizia divina, vasti movimenti laici per l'evoluzione pacifica dell'umanità. Sconfitta a tutti i livelli delle forze del male.
Conversioni mistiche: Miracoli.
Abuso senza Amore: Distruzione, regimi totalitari, stermini di massa.

Il raggio sul quale l'Arcangelo Michele svolge il suo compito, è di un blu zaffiro splendente. Quel blu del cielo luminoso senza nuvole nella sua sconfinata vastità.
È la frequenza sulla quale Egli, che opera ininterrottamente con la sua essenza spirituale gloriosa e luminosa, fa scorrere l'aiuto sulla terra.

Blu è il colore della pace fiduciosa, così come della fede, e della trasmutazione della volontà divina, in libere decisioni, della propria volontà.
Nel blu sono rappresentate le virtù materne della dedizione, e della protezione;
dell'unione con l'io sublime che, nell'intima voce del proprio Cuore, trova la sua espressione più completa.

Le intuizioni, sono i tangibili richiami di questa sorgente della scintilla divina che è in noi, e possono essere sostenute e rafforzate con la consapevole emanazione dell'energia blu.
Il blu, con la sua sconfinata forza di fede in Dio, è il colore della guarigione spontanea,
del lenimento e della liberazione dal sentimento di disperazione, dalla malinconia e
dall'incertezza.

Questi stati d'animo si lasciano sciogliere e trasformare dalla Luce blu, anzi, si mutano in sentimenti del tutto opposti, quando questa emanazione di energia, permea nel sistema degli elementi vitali.
Con la conoscenza del potere della Luce e dei suoi meravigliosi colori, abbiamo acquisito la possibilità di servircene, di migliorarci grazie a quelle capacità che desideriamo ricevere,e di assicurarli al nostro Cuore spirituale.

La facoltà di visualizzazione, in particolare, fa parte di quest'ordine di cose; attraverso di essa, la nostra immaginazione, dispone di un alleato per creare l'unione col colore che desideriamo durante il nostro cammino spirituale, meditazione o preghiera.
Potremmo chiamarlo il "filo ardente", che portiamo in noi, e che con slancio ci innalza nel mondo dei colori. Con questo si adempie un'altra legge divina che dice così:
"Chiedete, e vi sarà dato; ringraziate, e otterrete la benedizione divina".
In questa frase, è contenuta una spiegazione illuminante. Si chiarisce che noi abbiamo la possibilità e la libertà, di desiderare ardentemente la Luce divina. La potremo
attingere, come ad una inesauribile sorgente, e realizzare quindi un perfezionamento della nostra esistenza terrena, che non ha confronti.

Ancora una volta si mostra il potere che ci è stato dato, e che è parte costitutiva della nostra volontà, formata dalle libere decisioni di un'anima.
Quando le decisioni sono libere nell'Anima, e spinte dall'Intelligenza del Cuore. sono anche pienamente conformi alla divina volontà.
Nel segno della Luce, ci è quindi possibile far raggiungere al nostro libero arbitrio, dimensioni nelle quali il principio divino del dare e del ricevere, unito all'intima e sincera gratitudine, ha la sua illimitata validità.

Tale preziosissima conoscenza, ci rende possibile immergerci nelle sfere dell'origine della creazione, dove si sono insediate tanto la pienezza, quanto la sconfinata libertà.
Non resta che esporre il procedimento concreto per ottenere, con l'aiuto del raggio blu, la realizzazione di un desiderio giusto, per il bene dell'Anima:

Si deve creare silenzio e porsi in un ambiente pulito e tranquillo, mettendosi seduti
comodamente su una sedia (non sdraiati). Si chiudono gli occhi e, dopo aver
creato il silenzio interiore, si visualizza(immaginandolo), di respirare entro un raggio di Luce blu.
Per agevolare la visualizzazione e la connessione con Mikael, bisogna contemporaneamente dare dei respiri profondi e regolari, attraverso i quali si riempie il nostro corpo, tramite i polmoni di Purissima aria luminosa Blu Zaffiro.

Meditate su questo respiro, sentendo la Luce Blu che penetra e riempie i vostri polmoni, irradiandosi da lì, a tutte le cellule del vostro corpo.
Quindi, pienamente consapevoli dell'incommensurabile forza di questo flusso di energia che ci richiama alla fede in Dio, invochiamo aiuto con tutto il Cuore e la Pace.
Questa, è una preghiera che è venuta a concretizzarsi, scaturendo dal profondo dell'essere e, quindi, essa trova eco in ciò che vi è di divino nell'anima, divenendo visibile e raccolta dalle creature celesti.
Essere in accordo con le proprie aspirazioni, significa anche voler proseguire nel viaggio verso la Luce
Questo è il presupposto spirituale di una preghiera ardente che, rafforzatasi in noi, urge sempre più verso il proprio compimento.
Con questa premessa, si spiega quanto il processo di purificazione di un'anima, e della sua conseguente crescita, sia ininterrotto. L'Anima infatti non desidera fermarsi, ma aspira intimamente al raggiungimento della Luce somigliando al procedere della natura.

Ogni cosa, nata dal grembo della madre Terra (il pianeta "Azzurro"), è da essa nutrita e protetta, anelando alla Luce, per crescere e maturare costantemente sotto i raggi del Sole.
Nessuno che aspiri alle cose di Dio, può abbandonare lo stretto legame con la Terra,
che lo nutre favorendo anche la crescita dello Spirito.
Così avviene in noi, anime che ci siamo incarnate su questa terra, per trascorrervi un lasso di tempo della nostra crescita, sperimentando la maturazione, avvicinandoci di buon grado alla Luce.

Aache in questo, riconosciamo l'importanza del Raggio Blu, che viene designato anche come primo raggio della Luce del cuore di Dio.
Con la sua proprietà di nutrire, proteggere, far crescere, tale raggio ci dona la forza
di progredire e di maturare.

Da esso provengono protezione, fiducia, fede nella potenza della creazione, procurandoci sostegno e sicurezza, indispensabili per avere la certezza di crescere liberi e sereni. Nella Luce blu, troviamo non solo tutto ciò che occorre al nostro anelito verso il cielo, ma anche ciò che promuove attivamente e nel migliore dei modi, lo sviluppo dell'anima.

Dalla sfera dell'Arcangelo Michele, proviene anche un altro aiuto, essenziale per sostenere e migliorare la nostra vita: parliamo degli eventuali effetti terapeutici spontanei della Luce blu.
Nel linguaggio dei colori, noi associamo la Luce blu con "salute", e con il rapido e adeguato intervento in caso di pericolo.

Nella sfera dello spirito, l'esercito dell'Arcangelo Michele, è la truppa di intervento rapido, che accorre immediatamente sul posto, quando una situazione di bisogno, lo richieda. Possiamo con assoluta certezza dedurne che, quando un mezzo di soccorso
accorre, con la sua Luce blu, verso il bisogno, o quando porta il primo aiuto ad un ferito grave, ci sono sempre anche gli azzurri spiriti soccorritori, che intervengono recando conforto, sollievo, guarigione e salute.

Una grazia particolare è associata al Raggio Blu, e concerne soprattutto il potere di conservare e di salvare la vita fisica. Nel blu prospera la vita nascente.
È noto che un ovulo fecondato emana un'intensa Luce blu, e inoltre che l'aura di una gestante contiene moltissime parti di blu. Il blu può essere definito anche come la "matrice della creazione".

Abbiamo ora un'idea approssimativa, dei poteri di questo raggio, e della sua straordinaria efficacia su tutti i viventi nel cosmo.

Michele è un amico che ci soccorre, quando desideriamo rafforzare la nostra fede, affinché siano aumentate le nostre capacita di percepire le cose spirituali, onde meglio comprendere le leggi dello spirito e i suoi fondamenti. Gli umani che vibrano con questo raggio sono grandi condottieri, capi di Stato con poderosi ideali per il bene dell'umanità,
carismatici e fondatori di vasti movimentimondiali, per il bene dell'umanità.

Un utilizzo sconsiderato senza controllo del Primo raggio di Luce, e per fini maligni, provoca la distruzione totale a tutti i livelli. Una personalità che abusò del Primo raggio fu Hitler. Esempio di due uomini contemporanei, che sono stati sostenuti dal Primo raggio di Luce sono Michail Gorbaciov e Karol Wojtila. Karol Wojtila, rientrato nella gloria di Dio, presta attualmente servizio per l'Umanità, ammantato dall'iniziazione della Luce, come Maestro Asceso nella grande Fratellanza Bianca Universale.

continua....con il secondo raggio.

Shanti

IL SIGILLO DEL PRIMO RAGGIO




I CRISTALLI COLLEGATI AL PRIMO RAGGIO

Quarzo ialino.

Il Quarzo Ialino è il cristallo per eccellenza.
Generalmente questi cristalli sono a terminazione singola con sei facce che si uniscono alle estremità a formare una punta.
Il Quarzo Ialino ( dal greco ialos che significa ghiaccio )è una delle forme più pure e più versatili di cristallo e porta con purezza la voce della Madre Terra.
La sua parola chiave è "chiarezza", poiché i cristalli di Quarzo Ialino sono utilizzati normalmente per favorire il raggiungimento dell'equilibrio e della purezza mentale ed energetica.
Questo alleato ci consente di ricevere la luce dello Spirito, rendendoci pronti a servire gli altri e a vivere senza inganni e senza falsità.
L'alta vibrazione di questo cristallo, aiuta a dissipare la confusione mentale e ad illuminarci nel nostro cammino materiale e spirituale..
I cristalli di Quarzo Ialino tenderanno a riflettere ed amplificare qualsiasi energia alla quale siano esposti. Questo ci permette di amplificare le nostre energie fisiche quando ne abbiamo bisogno e le nostre energie spirituali durante la meditazione o la preghiera.
Diventa un vero e proprio compagno di vita al quale possiamo chiedere aiuto e sostegno. Il Quarzo Ialino ci ricorda che l'ideale finale è quello di diventare incarnazione della Luce.
Il Quarzo Trasparente esemplifica e favorisce questo ideale con la sua chiarezza e la sua bellezza

Rinforza l’aura generando molta luce. Ci aiuta a portare la Luce dello Spirito dentro di noi per agire sul piano fisico come manifestazione terrena della Luce spirituale.
Può lavorare su tutti i chakra, anche se è in totale sintonia principalmente col sesto e il settimo. In abbinamento con altre pietre ne potenzia l’energia.





Zaffiro blu

Questa meravigliosa pietra fa parte della famiglia dei Corindoni, come il rubino.
Si presenta in diverse gradazioni di colore edi trasparenza. Una varietà di zaffiro, se lavorata a cabochon, presenta una stella a sei punte quando viene colpito dalla luce.
Viene associato al sesto e al settimo chakra perché porta una vibrazione altamente spirituale.
Gli Egizi lo chiamavano “pietra delle stelle” perché ritenevano che influisse sugli astri eliminandone gli effetti sfavorevoli. I Greci lo dedicavano a Giove.
Viene usato come antidepressivo e come aiuto contro l’insonnia. Migliora la vista e la memoria.

Ma le sue “capacità” vanno ben oltre.
Espande lo stato di coscienza ed elimina la confusione mentale, favorendo il contatto con le energie cosmiche.
Rafforza la volontà e la Fede e aiuta realizzare gli obbiettivi.
Aiuta la connessione con li Sé superiore e permette di entrare in meditazione profonda.
Favorisce la consapevolezza. Il suo colore blu ci parla di cielo e di mare, di acque profonde e limpide.
La varietà più pregiata è detta “Manto di Madonna” e ci riporta all’energia dolce e azzurra della Madre.
Vassili Kandinskij diceva che nel blu troviamo il dono della profondità e questa frase si addice perfettamente allo Zaffiro blu.

La medicina popolare lo indica efficace contro i reumatismi. efficace per ridurre la febbre e, premuto contro la fronte, per arrestare le emorragie dal naso. Pietra potente che protegge in generale la salute.




Acquamarina.

L'Acquamarina fa parte della famiglia dei berilli, con una durezza che va da 7,5 a 8 e si trova in tonalità di blu, azzurro e blu-verde.
L'Acquamarina è conosciuta come una pietra che attiva il chakra della gola e facilita la chiara comunicazione della propria verità interiore.
Viene chiamata “ La spada della verità “, perché ci permette di esprimere la nostra verità con centratura e calma, andando direttamente al punto. Per questo ci riporta con la sua Vibrazione a San Michele.
Dato che è una pietra calmante, ci permette di parlare serenamente, senza toni aggressivi.
Ha una vibrazione alta e ci porta all’unione col Tutto e con Dio.
Dal punto di vista fisico aiuta ad alleviare i problemi legati alle allergie, soprattutto respiratorie (asma ecc.) e a “rinfrescare “ qualora ci siano problemi di infiammazione alla gola.
Pietra raccomandata anche per chi ha un amore particolare per i cetacei, perché aiuta a sintonizzarsi con le loro frequenze.
Facilita quindi la comunicazione tra se stessi e tutti gli altri esseri, sia a livello fisico che eterico.






Celestina o celestite.

Questa pietra ha la facoltà di trasportarci nei regni dove la mente trova la pace, va oltre i pensieri e trova l'identità nell'Essere puro.

In questo modo la nostra mente sarà pura, senza pensieri ingombranti e influenze dal mondo esterno e potremo comunicare il nostro essere più profondo e sacro. Si può dire che la celestina è una pietra mistica.
Questa, come l’acquamarina, è la pietra che rappresenta il Guerriero di Luce, e quindi richiama
S. Michele Arcangelo.
La Celestite, dunque, risveglia il Guerriero di Luce che c'è in noi, infondendo quel raggio divino che ricorda un cielo limpido, il raggio azzurro della purezza d’intento e ci consente di trasmettere i più alti concetti del nostro Sé superiore.
Questa è una fantastica pietra anche da usare per il chakra della gola perché, per quanto fragile la Celestite ha molta forza.
Un gruppo di persone appartenenti a una corale gospel, sono venuti ad acquistare questa pietra, perché, giustamente, era stato detto loro che lavora sul chakra della gola. Non solo aiuta la voce, ma, cosa ancora più grande, permette di esprimere, attraverso il canto, la bellezza dell’anima.


Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:11


IL SECONDO RAGGIO





Gerarchia divina: Trinità
Aspetto divino: FIGLIO: Saggezza - Illuminazione - Iniziazione
Arcangelo reggente: Arcangelo Jophiel: "Dio mia Verità". Istruzione divina, istruttore degli Angeli. Si occupa anche dell'istruzione scolastica divina delle anime che hanno lasciato la Terra. Custode della Comprensione
Maestro Asceso: Confucio e Kuthumi. Il Maestro Confucio è il reggente del Secondo Raggio di Luce. Kuthumi è asceso dal 1956 a Istruttore del Mondo, insieme a Gesù.
Tuttavia il Maestro Kuthumi è ancora attivo e operante nel secodno raggio.
Colore del raggio: Giallo Oro
Pianeta: Saturno
Metallo: Argento
Vibrazione musicale: FA/RE#
Vibrazione vocale: EI
Minerali in risonanza: topazio dorato, quarzo citrino, ambra
Essenze aromatiche: eucalipto, mimosa, bergamotto
Manifestazioni: nascita di nuove religioni positive, nascita di movimenti umanitari, realizzazioni di scoperte scientifiche per il bene assoluto dell'umanità, scoperte spirituali.
Abuso senza amore: egocentrismo spirituale, estremismo e fanatismo religioso, eremitismo, arroganza scientifica, sfruttamento lucroso delle conoscenze.


Come opera il secondo Raggio

Il secondo Raggio di Luce lavora sulla Saggezza, sviluppa la Viva Intelligenza, e rivela attraverso l'insegnamento iniziatico, la Verità.
Questo raggio agisce sugli illuminati. Realizza la Sintesi Universale delle Idee.

Giallo è anche il colore della Luce Cristica, che si è fusa con l'Anima di Gesù.
Giallo è il colore della vibrazione primaria del sistema solare. E' il colore che rappresenta l'ORO della Verità.

Il signore di questo raggio è il potente e dolce Arcangelo Jophiel. Egli si occupa di distribuire le vibrazioni del raggio dorato, per insegnare le conoscenze superiori nei piani umani, portandolo alla comprensione del Karma (le prove della vita), sviluppando Viva Intelligenza e saggezza.

Il raggio dorato ha un compito delicatissimo e fondamentale per gli esseri che hanno scelto di sottrasi alla creazione attraverso il suicidio.
Queste anime, dopo un periodo di totale abbandono della Luce divina, quando per loro scelta invocano il calore di Dio, vengono permeate da fiumi di Luce giallo oro,
che sgorgano dall'infinità bontà di Jophiel. Questo amore che scalda un anima suicida, la redime, riportandola ai piani alti della creazione.

L'Arcangelo Jophiel che distribuisce la vibrazione dorata, è anche l'istruttore degli Angeli Custodi e degli Angeli Custodi apprendisti.

Nel raggio giallo-oro si riflettono la maturità e la luminosa sapienza, raggiunte dopo il lungo, laborioso viaggio della crescita. Contemporaneamente in questa frequenza si esprime anche il richiamo all'opera, animata in forma di nuove idee, impressioni e percezioni che, volendo realizzarsi, si mettono a fuoco istantaneamente da una splendida altezza.
Col raggio giallo-oro, l'energia entra in una dimensione in cui predominano movimento
e operosa attività. Ne trae giovamento la nostra forza di volontà, nel suo desiderio di procurarsi spazio e libertà. È la piena e dorata luce del Sole, quella che riempie di vita tutte le cose permeandole col suo calore.
Gaudiosa luminosità, in cui possiamo restare immersi, per essere liberati dalle tenebre.

Benessere non solo dell'anima, ma anche del corpo. Proviamo a pensare come ci sentiamo allegri e beati, quando i caldi raggi del sole ci sfiorano la pelle, mentre tutto intorno a noi è avvolto nella luce. Ogni lontananza ci si manifesta nella sua limpida purezza.

Invece nell'oro della terra troviamo una pienezza di tutt'altra specie.
Si tratta dell'essenza condensata, dell'energia del giallo-oro, trasformata in metallo, quale simbolo, nel mondo terreno, di compiutezza e abbondanza. Noi la chiamiamo ricchezza, con riguardo al benessere e al soddisfacimento dei bisogni, che sono necessari al sostentamento e all'ampliamento dei nostri orizzonti.

Il principio originario del raggio giallo-oro si manifesta come forza radiante di luce primigenia che tutto penetra e tutto riempie di vita. Con riferimento al nostro essere, riconosciamo nella luce giallo dorata un'energia che dona tanto la pienezza come l'impulso al movimento; e questo sia a livello mentale che organico.
Ne possiamo dedurre l'importanza di un armonico accordo tra i due fattori, ciò che ci permette di enunciare la legge secondo cui: "Dare e ricevere, in equilibrato interscambio producono totalità e pienezza".
La melodia nascosta di questo colore, si palesa con la sua piena e calda energia,
per migliorare la nostra esistenza e associarla alla forza dello spirito.

La parte spirituale di un essere è sempre orientata al massimo ampliamento possibile
delle proprie capacità. L'unico impaccio proviene dalla libera volontà che, complice la materia, si riduce spesso in una strettoia, dove non è più possibile alcun progresso spirituale.

La luce giallo-oro, inoltre, veglia sul divino creato, facendo scorrere le calde e luminose energie necessarie per percorrere indenni il processo di maturazione.
Spesso la crescita si accompagna a dolori, delusioni, privazioni fino alla perdita
della gioia di vivere. Ma proprio per questo vien fatta scendere sulla terra la benedizione del raggio d'oro, per renderci forti sino alla fine e garantirci la crescita.

L'Arcangelo Jophiel e i suoi Angeli che operano nel Raggio dorato, sta anche al fianco di coloro che si sentono pronti a fare scoperte, invenzioni e innovazioni utili al bene dell'umanità, e che sono molto ricercati in qualità di pionieri del loro ambito di ricerca.
Spesso infatti a coloro non sono risparmiati avvilimento e umiliazione o problemi di coscienza.

La conoscenza dei poteri del raggio dorato ci offre anche un grandissimo aiuto
nel ridarci forza nei momenti di forte scoraggiamento.
Esso consiste nell'unirsi coscientemente con questo raggio colorato, facendolo visibilmente fluire nel corpo, nell'anima e nello spirito, onde conseguire la libertà che ci sta davanti agli occhi.

Altro aiuto prezioso ci fornisce la purificazione del sistema-chakra e il suo ricaricamento in positivo. La luce gialla viene inspirata in quel chakra mentre,
coscientemente, ansia, turbamento e oppressione vengono espirate.
Si tratta di una meravigliosa e utilissima tecnica di visualizzazione, che verrà successivamente approfondita.
Grazie all'oscillazione giallo dorata possiamo, inoltre, disporre di un elevato surplus che ci sostiene nella libera crescita spirituale, e parallelamente ci aiuta a distaccarci dalle credenze radicate e da tradizioni pregiudizievoli, inutili e superate.

Il raggio giallo è il nutrimento per i mistici e l'illuminazione per le religioni.
Dalla potente illuminazione vibrazione della sua Luce sono stati ispirati gli I-Ching, il grande libro cinese dei mutamenti.

Il Sigillo del secondo raggio



I CRISTALLI DEL SECONDO RAGGIO.


I principali cristalli in risonanza col secondo raggio sono:


TOPAZIO DORATO O IMPERIALE


Il Topazio dorato, detto anche Topazio imperiale, è uno splendente Topazio di grande energia e potere. Pietra potente usata dai reali.

Rende trasparente come il cristallo il terzo chakra perché è una pietra altamente spirituale.
Insegna a fidarsi di se stessi o dell'universo per manifestare ciò che è buono e gioioso.
Il Topazio dorato aiuta chiarificare e rivelare il vero scopo delle proprie manifestazioni.

Il Topazio lavora sul corpo fisico, ma molto di più su quelli mentale e spirituale.

Stimola la funzionalità del fegato e della vescica biliare; rafforza la milza, gli organi digestivi, il sistema nervoso. Disintossica il corpo. Favorisce la rigenerazione dei tessuti. Aiuta ad eliminare le paure, scioglie le tensioni emotive, vince l'insonnia ed acquieta la mente.
Potenzia l'energia vitale e l'attività mentale; armonizza i rapporti con gli altri, riduce l'emotività e la tendenza alla rabbia.

E' collegato al plesso solare.

Caldo, provoca senso di risveglio e di ispirazione. Dà abbondanza.
Per il suo colore era pietra considerata propizia alla contemplazione, simbolo di fermezza e costanza anche nelle avversità. Dirige il raggio dorato della corona nel corpo fisico, per manifestare la volontà consapevole. Mette il potere personale al servizio del divino.

E' una delle pietre che presentano stirature parallele nel senso della lunghezza:
queste pietre, più di qualsiasi altra formazione cristallina, trasmettono energia ad alta frequenza sul piano materiale ed all'interno del corpo per attivare i chakra e rafforzare i sistemi fisici al fine della trasformazione spirituale.

Scioglie le tensioni emotive, vince la rabbia, la gelosia, l'apprensione. Queste emozioni negative possono essere controllate applicando il topazio sul plesso solare, rilassandosi e ponendo attenzione sul respiro, senza modificarlo. La "forma nervosa" scomparirà e ci accosteremo al cibo con maggiore presenza, per gustarlo e non solo per ingoiarlo. Avvicina a Dio e porta molta luce sul campo aurico creando protezione.



QUARZO CITRINO

Migliora la circolazione linfatica, aiuta la funzionalità renale nel suo lavoro di drenaggio, impedendo la "cristallizzazione" definita calcolosi e conseguentemente migliora la struttura epiteliale. Facilita l'assimilazione delle vitamine A, C ed E, unitamente allo zinco ed al selenio, fondamentali per una pelle ben idratata, giovane ed elastica. Sollecita il metabolismo favorendo nel contempo l'attività del fegato, della cistifellea, del colon, del cuore e degli organi digestivi, perché combatte i crampi allo stomaco.

Giova al diabete perché equilibra la produzione d'insulina del pancreas. Esalta l'energia terapeutica del corpo.

Disintossica i corpi fisici, emozionali, mentali. Attenua le tendenze autodistruttive. Aumenta la stima di sé. Potente allineatore con il Sé spirituale. Dà contentezza e gioia, eliminando malinconia e depressione.

Uno degli intenti del quarzo citrino è evidenziare la forza di luce dorata in campo materiale. A livello psichico pare agevolare la liberazione dalle "idee fisse", veri e propri condizionamenti causati dall'educazione ricevuta, sociale e professionale, favorendo la liberazione dagli schemi. Favorisce la capacità di scelta, l'intuizione, il discernimento, la chiarezza d'idee; aiuta a trovare la strada giusta per la propria evoluzione.

Consigliato alle persone indecise, più inclini alla riflessione che all'azione.

La sua energia è simile a quella del sole: emana calore e conforto, è penetrante, conferisce energia e dà la vita.
Il chakra dell'ombelico rappresenta il centro principale per l'estrinsecazione fisica.
Il pieno controllo di questo centro, uno dei centri di energia più potenti, metterà alla prova il carattere e l'integrità dell'individuo. Solo quando il centro riferito all'ombelico viene regolato dal chakra della corona, la sua energia può essere incanalata opportunamente e senza timore di diventare prigionieri di piaceri effimeri.

Uno dei colori del 7° chakra è l'oro. Questo raggio dorato risalta tra i colori del citrino, che possono essere usati per incanalare tale pura energia della corona entro l'ombelico, in modo che possa essere usata per propositi consapevoli e fini creativi. La trasmissione del raggio dorato dentro il corpo servirà per proteggere e indirizzare l'uso di questa potente energia creativa nel corso della propria vita.

A tale scopo occorre collocare un quarzo citrino sfaccettato con qualità di pietra preziosa sull'ombelico, mentre un quarzo citrino generatore di un limpido giallo oro verrà tenuto sulla corona; si visualizzi un raggio di luce dorata che congiunge l'ombelico alla corona.

Il quarzo citrino appoggiato sul 3° chakra trasforma l'individuo in un magnete, permettendogli di attrarre la luce per rafforzare la sua aura e tutto quanto gli serve per la sua realizzazione materiale.
In pratica, l'energia che irradia aiuta a trasformare in senso cognitivo le impressioni e le percezioni e a renderle operanti nella vita corrente.

Il quarzo citrino serve per l'assimilazione psichica e l'assorbimento: la sua energia è di ausilio nel corso degli eventi che si verificano nell'esistenza di una persona, colloca tali eventi nel giusto ordine, ed aiuta ad eliminare ciò che va rifiutato. In pratica aiuta a “digerire e assimilare le esperienze”.
E' la pietra migliore da usare quando si cerca di venire a capo di questioni riguardanti l'esistenza terrena come problemi di affari, di educazione, di rapporti interpersonali o familiari.

Il quarzo citrino è la pietra che meglio simboleggia il terzo chakra, perché emette una luce dorata simile a quella del sole. È una pietra yang, maschile. Lavora sia sul corpo fisico che sui corpi sottili.

La sua limpidezza si riflette anche sulla mente, portando chiarezza.

Lavora sulla volontà, rafforzandola ma senza cadere nell’ego. Aiuta a sciogliere i blocchi del terzo chakra, e porta anche più “ sole “ nella vita, sotto forma di gioia di vivere.

Entrando in risonanza con l’energia di questa pietra, ci viene ricordato che siamo amati e sostenuti dall’universo nelle nostre manifestazioni. Lavorare col Quarzo citrino ci consente di portare nel mondo i nostri obiettivi e di avere la determinazione necessaria per portare avanti i nostri scopi.


AMBRA

L’ambra è una resina coagulata e pietrificata proveniente dalle conifere “Pinus succinifera”, che crescevano nel nord Europa più di quarantacinque milioni di anni fa (nell’ Eocene). E' stata trovata anche nella Repubblica Domenicana, ed ha una durezza compresa da 2 a 2,5.
E' stata usata nella gioielleria sin dai tempi della preistoria. Le popolazioni antiche la consideravano pari all’oro e all’argento e la chiamavano l’Oro del nord. Ha anche una lunga tradizione nell'uso della medicina popolare.

Si comporta come una spugna assorbendo le energie disarmoniche, il dolore e il troppo fuoco.
Ottima quindi nelle infiammazioni, nelle scottature e per alleviare dolori muscolari, artrite, artrosi e mal di schiena.

Disintossica anche a livelli energetico ed emozionale. Calma la rabbia e il sistema nervoso. Viene spesso consigliata ai bambini durante la dentizione, perché disinfiamma e attenua il dolore. Seda i dolori reumatici e i bruciori di stomaco.

E’ anti pitta ed è utile per chi non ha il coraggio di utilizzare il proprio potere personale, perché, avendo molta rabbia, teme di “fare danni”.

La capacità dell’Ambra di abbassare il fuoco, permette che la luce interiore splenda, trasformando l’energia della rabbia in energia di Luce.

Altri importanti cristalli che sono in sintonia col Secondo Raggio sono il Quarzo Rutilato e l’Occhio di Tigre.
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:11

IL TERZO RAGGIO


Gerarchia Divina:Trinità
Aspetto Divino:
Spirito Santo. Amore Divino Armonia Divina e Giustizia Divina. Adattabilità
Arcangelo Reggente:
Arcangelo Camael (Chamuel o Khamael): \\\\\"Il Fine di Dio\\\\\". Imponente Potestà, esecutore della giustizia divina, ma anche principe delle virtù di consolazione, adorazione, gratitudine e prosperità dei beni. Custode della Forza
Maestro:
Lady Roweena, Maestro Paolo il Veneziano
Pianeta:
Marte
Metallo:
Ferro
Minerali:
Tormalina Rosa, Quarzo Rosa, Kunzite
Manifestazioni:
Armonizzazione dei sentimenti, riequilibrio emotivo, armonia tra Ego e Spirito, senso di protezione e di conforto, scioglimento della sofferenza umana. Il Terzo raggio di Luce raggio è quello della nota \\\\\"Divina Provvidenza\\\\\"


Come opera

Il Terzo raggio di Luce fa scorrere tutto il suo vigore e tutta la potenza, colma di vibrazioni rosa. Nell'oscillazione rosa si trovano l'armonia e l'equilibrio di cui dispone un essere che, sentendosi amato e protetto, porta in sé gli stessi sentimenti, e desidera ricambiarli.

Qui sperimentiamo una vibrazione di colore, che si è sviluppata nel profondo sentimento di un cuore che irradia amore e in eguai misura lo riceve. Nell'energia del colore rosa, si attiva uno scambio di sentimenti che nella loro essenza hanno qualcosa a che fare con l'essere-amato e il sentirsi protetto e, come implicita conseguenza, anche col donare amore e sollecitudine.

La qualità della fiamma rosa rappresenta quindi, per noi, il desiderio tutto particolare della nostra esistenza terrena di trovare protezione; un'aspirazione di cui spesso avvertiamo il vuoto, e alla quale tuttavia ci volgiamo quando ci viene richiesto, con particolare veemenza, un sollecito impegno.

L'energia rosa ha molto a che vedere con quel senso originario di fiducia che ci viene sempre messo a disposizione in misura sufficiente quando noi, saldamente ancorati a terra, siamo perfettamente stabili. In ciò sta anche il senso del legame diretto di un'esistenza terrena con la madre terra, come anche il suo consolidamento, qualora voglia essere vissuta senza pregiudicare la propria qualità.

Quanti lamentano mancanza di sostegno e di confidenza da parte del prossimo, generalmente non sono in grado di dimostrare agli altri questi sentimenti. Anche da ciò riconosciamo l'enorme importanza di questa energia colorata che ospita in sé l'amore, il maggior bene di un'anima, e lo riversa su tutti quelli che, avvertendone la nostalgia, desiderano ottenerla.

È chiaro, quindi, che vi è in noi una potenza creativa che può essere attivata e rafforzata se ci ricordiamo di operare come parte della forza creativa di Dio nel cosmo, dando il nostro contributo affinché la creazione sia mantenuta nella sua forma originaria e sia rafforzata attraverso la luce.

È un invito alla partecipazione attiva, affinché il pianeta Terra diventi un luogo di amore e di serenità, così come Dio l'ha creato nella sua completezza. Dipende da noi rispondere a tale richiamo e impiegare le nostre energie affinché venga dispiegato l'amore, quell'amore universale e sconfinato che consenta la nascita di un vero giardino dell'Eden sulla nostra terra.

Si tratta della meta finale del nostro pianeta, perseguibile ed anche raggiungibile, in quanto anche noi dobbiamo sentirci coinvolti, guidando la nostra evoluzione sempre più in alto, verso le regioni della luce, dove la materia è superata e ha perduto il suo potere.

Metterci in contatto con le vibrazioni della luce rosa, e in esse immergerci spiritualmente, rafforzando sempre più in noi la forza penetrante di questo cosmico raggio terapeutico, per diventarne noi stessi espressione, questo soltanto è quello che conta. Un uomo che trascorre la sua vita immerso nella luce rosa, irradia queste oscillazioni anche nel suo ambiente e ne ottiene altrettanti benefici, ricevendo molte benedizioni.

Egli si trova in certo qual modo all'interno di un campo magnetico di forze, in cui il flusso di energie si sposta in continuazione, in perfetto accordo con l'oscillazione rosa dell'amore, che così trasmette la sua forza a questo evento. E' come se ci si trovasse immersi in una corrente di interscambio che si dilata verso entrambe le estremità portando in sé una doppia qualità di energia, in cui si trovano riunite entrambe le dimensioni del cielo e della terra.

Con questo esempio si chiarisce, pur in maniera approssimativa, il potere che sta nelle mani dell'Arcangelo Samael e dei Maestri Ascesi del Raggio Rosa, fondato sull'unione di due elementi contrastanti, dai quali provengono la forza e la potenza della Creazione nella sua sconfinata ricchezza. Queste ricchezze si trovano in parte qui sulla terra, e in parte in cielo, che pertanto diventa accessibile, dandoci la possibilità di conseguire un adeguato patrimonio, sia in ambito spirituale che corporale.

Un arricchimento spirituale dell'anima lo si riconosce prima di tutto nei sentimenti di gioia, di fraternità e di premuroso sostegno che noi irradiamo e contemporaneamente riceviamo in contraccambio.

Dal punto di vista organico, questa energia soccorritrice si manifesta con un immediato e improvviso senso di benessere che ci lascia stupiti e meravigliati. Invece le malvage proliferazioni sono sempre un chiaro sintomo di un deficit di questa vibrazione rosa e conseguentemente è opportuno tendere ad una guarigione spontanea.
Ma occorre che una persona sappia riconoscere le ombre oscure che hanno portato a questo sbandamento, per risolverlo in maniera mirata, provvedendo alle opportune ristrutturazioni.

Ecco che noi abbiamo a disposizione una opportunità comprensibile e accessibile, per purificare una situazione, attraverso una struttura spiritualmente concentrata, che libera e risolve le energie negative, sostituendole con le oscillazioni rosa dell'amore.
In nessun altro modo sono ottenibili le guarigioni spontanee, se non attraverso il procedimento qui descritto: infatti solo la potenza della luce rosa è in grado, grazie alla sua intensità, di liberare energie creative capaci di operare una trasformazione.

La vera essenza della luce rosa è in primo luogo l'amore, e in secondo luogo anche la potenza creativa, con la sua forza di manifestazione. Un essere che sia inclinato verso questa dimensione, si trova sempre circondato da aiuti soprannaturali e intimamente unito con la sfera rosa-luminescente dell'Arcangelo Samael. In cambio ne ottiene tutto ciò che occorre per vivere e operare in un ambiente tranquillo e comprensivo, per rallegrarsi della piena salute e dell'equilibrio, grazie al fatto che la vibrazione rosa è la garanzia che tutto scorra in modo equilibrato e armonico e che il flusso della vita si adegui pienamente alla sua particolare legge cosmica.

E poi riposare nell'amore significa anche essere benedetti attraverso l'amore, ed essere provvisti di tutto ciò che necessita, durante l'esistenza terrena, per sviluppare liberamente, coscientemente e senza pregiudizio, tutte le sue potenzialità.

E' noto che nell'oscillazione rosa, possiamo individuare anche la pienezza della materia che ora è in grado di bandire da sé la necessità, il bisogno e la limitazione, e anche di dissolvere ogni sorta di angoscia liberandosene. Ciò significa che, nel consapevole impiego di energia rosa, sono a nostra disposizione molteplici aiuti materiali riguardanti soprattutto le necessità di tutti i giorni. Infatti queste ultime possono diventare molto penose, se una persona non le affronta in maniera mirata, e non toglie loro quella forza velenosa che sono in grado di irradiare.

Avvolgersi consapevolmente di luce rosa, e con essa del pensiero dell'amore e della compassione è un'arma immediatamente efficace contro tutti gli inconvenienti carichi di vibrazioni distruttive in cui ci imbattiamo nel corso della vita. Nell'ambito dell'arcangelo Samael, cadono anche casi di persone in seria difficoltà, per via di calunnie, diffamazioni ed umiliazioni della propria dignità, che arrecano pregiudizio e perdita di stima in se stessi.

Bisogna ammettere sinceramente che questi faccia a faccia con vibrazioni negative, non arrivano mai per caso, bensì come ripercussione di colpe passate, che ora debbono essere messe in relazione con l'esperienza per essere purificate. Spesso una persona in questi casi, è del tutto indifesa e si perde d'animo, e involontariamente si sente ingiustamente degradata ad una semplice pedina, in balia della sorte.

La consolazione ci viene ancora una volta dalle oscillazioni soccorritrici della luce rosa. Esse stanno a nostra disposizione manifestandosi con la forza dell'amore, quando si tratta di liberarsi dal processo di un karma, che si presenta come un compito superiore alle nostre forze.

Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:12

IL QUARTO RAGGIO – BIANCO




Gerarchia divina: Primo Attributo. Il Messaggero del Verbo.

Aspetto divino: Il Messaggero: Annunciazione - Ascenzione, Redenzione – unione – purificazione.

Arcangelo reggente: Arcangelo Gabriel (Gabriele): "Eroe di Dio"
Attraverso il conflitto, conduce all'Armonia.
Responsabile di tutti i messaggi e canalizzazioni divine.
Reggente degli oceani e delle acque. Creatore della Vita fisica.
E' il Signore della Luce.
Custode del Fondamento

Maestri Ascesi:
Seraphis Bey,
Mirjam (Maria)


Colore del raggio: Bianco

Pianeta: Luna

Metallo: Mercurio

Vibrazione musicale: RE/FA#

Vibrazione vocale: I

Minerali in risonanza: diamante, diamante Herkimer, cristallo di rocca

Essenza aromatiche: gelsomino, nèroli, mirto


Manifestazioni:
Smantellamento delle strutture negative dell'Ego.
Comprensione delle prove dolorose della vita.
Sogni mistici, rivelazioni divine,
rivelazione della realtà nascosta,
rivelazione dell'inconscio e subconscio,
grandi capacità di comunicazione,
dolcezza e purezza d'animo,
senso di responsabilità e amabilità verso i figli.
Infanzie felici.


Abuso senza Amore:
Manipolazione delle masse, lunaticità impulsiva, individualismo pessimistico,
egoismo materno o paterno, introversione depressiva,
ansia e disturbi del sonno.






Il Quarto Raggio di Luce del Cuore di Dio esprime nel suo sigillo dell'Arcangelo Gabriel, la forza radiante che riunisce in sé la vita intera, essendo essa costituita da tutte le frequenze che si rendono visibili nei colori dell'iride.

Nella Luce bianca è simboleggiato anche il sole primordiale, che riversa la sua illimitata energia sul cosmo intero e su ogni vivente, perché ne riceva la sua essenziale componente.

Corrispondentemente la Luce bianca del cuore di Dio è la forza originaria che ci da la possibilità di vedere e conoscere chiaramente ciò che nella nostra vita deve essere purificato, rischiarato e cambiato, affinché sia fatto un bilancio e vengano saldati i conti. \"Saldare i conti\" sottintende il concetto di \"ricompensa\", \"risarcimento\", e quindi di \"riequilibrio\".

Nella Luce bianca c'è un'incommensurabile forza che consente di illuminare la nostra intera struttura cellulare, di purificare il nostro corpo, alleggerendolo dalle sostanze molecolari che hanno costituito delle stratificazioni scure: la qual cosa avviene con ogni
pensiero negativo o con ogni parola ugualmente carica di energia negativa.
Strutture di pensiero e connessioni verbali sono ciò che genera l'impurità dell'intercapedine delle cellule nel nostro corpo fisico, ma anche una maschera scura sul nostro corpo di Luce, la quale si costituisce e si addensa in diversi strati intorno ad esso. Qui, la struttura di tutti i pensieri, parole e azioni viene accuratamente rimodulata e in ambito soprannaturale è visibilissima. Qui si trova anche la banca-dati di tutti gli impulsi, a cui è possibile accedere costantemente, e da cui ottenere un prestito allo scopo di accrescere la dotazione di un essere.


Succede spesso che si venga colti da un pensiero, senza per questo averlo voluto consapevolmente; ora occorre essere molto vigili anche di fronte a queste situazioni, per non attirare su di noi effetti indesiderati.
Occorre portare la Luce nelle nebbie dei pensieri, affinché la chiarezza possa avere la meglio consentendoci di recuperare lucidità, e di riflettere da che parte vogliamo andare.

Chiarezza, purezza, sincerità - sono queste le tre virtù che stanno a fondamento della Luce bianca e si trovano in questo potente campo di energie, per entrare e stabilirsi nel nostro essere.
Nella Luce bianca è presente la potenza illimitata del controllo dei pensieri e la piena sostanza delle parole che ne derivano come loro concrete manifestazioni.

Nella vita talvolta assume un grande significato mettere in secondo piano la propria responsabile realizzazione, per fare prima chiarezza intorno al vero senso della nostra esistenza, e chiederci quale tappa dovremmo raggiungere per poi organizzare perfettamente ogni cosa...

Ancora è possibile sperimentare di trovarsi limitati e danneggiati nel portare a perfezione la propria vita, mentre le nostre capacità e talenti hanno a che fare con un ambito tutto differente. Solo per convenienza ci si riduce spesso a mettere un giogo sulla propria vita. Ma essendo cosa troppo dura e controproducente, ci toglie la gioia ed il benessere che sono beni irrinunciabili per un'esistenza piena.
Nell'alta regione della Luce bianca c'è assoluta trasparenza riguardo a quello che una vita umana debba prefiggersi di superare e quali strani giri che non portano direttamente alla meta agognata, vengano percorsi.

Fa parte dei compiti dell'Arcangelo Gabriele portare concreto e visibile aiuto a coloro che ne hanno bisogno e che, per così dire, si sentono avvolti in dense caligini e non hanno una chiara visione del successivo tratto di strada, aiutandoli ad uscire da uno stato d'animo che è un autentico vicolo cieco.
La migliore possibilità per sollecitare quest'aiuto è di unirsi spi-
ritualmente con l'intensità della Luce bianca e di porsi sotto le purificanti, rischiaranti cascate di Luce per esserne penetrati e completamente illuminati.

È un rituale semplicissimo, che richiede pochissimo tempo ma che è di grandissima efficacia per chi vuole liberarsi da oscurità e limitazioni che derivano da una \"impossibilità di riconoscere\" e quindi da una facoltà visiva offuscata.
In questo contesto è anche molto importante rischiarare e illuminare spiritualmente il nostro occhio psichico con la Luce bianca, perché mantenga la sua acutezza, e la forza visiva del corpo possa costituire una piena unità con quella spirituale.

Spesso abbiamo qui a che fare con un equivoco clamoroso, a cui uno si piega per ignoranza, e che pressappoco suona così: \"Io suono per chi mi paga\" oppure, \"Guadagnerai il pane col sudore della fronte\".
Si tratta di tradizioni che si rivolgono contro la libertà personale di un individuo che, in quanto creatura divina, ha nelle sue mani la forza di orientare la propria vita nel modo che gli è perfettamente congeniale, in perfetto accordo coll'immagine di sé, che brilla come una Luce nella sua anima.
Ogni altra cosa è indice di mancanza di libertà spirituale, oppure di cieca ubbidienza all'istanza di un individuo al quale piegarsi in quanto lo si riconosce di rango superiore.
Tutti gli uomini sono uguali dinanzi a Dio!

È incontestabile il fatto che ci è possibile rafforzare ed estendere intorno a noi la Luce tramite un processo consapevole, per formare in tal modo un solido argine che ci tuteli come un baluardo, e contro il quale devono scontrarsi e arrendersi gli intrusi indesiderati. Infatti la Luce non può essere conquistata e nulla può vincerla o distruggerla.
Questa è un'arma meravigliosa, che ci da la possibilità di essere risparmiati dall'insidia di energie indesiderate, al fine di poter sviluppare sempre più le nostre forze e infine, nello splendore della Luce bianca, riportare la vittoria contro le forze del male. Esse non potranno più in alcun modo entrare in noi.

Un altro importantissimo capitolo concerne la realizzazione di un processo di purificazione. Nel segno della Luce bianca, esso è un rituale di rischiaramento e di liberazione di vasta portata a cui una persona si può sottoporre come sforzo di chiarificazione di compiutezza, come avremo modo di illustrare.
Con questo rito di purificazione noi abbiamo a disposizione, nel segno della Luce bianca, un metodo di forza sconfinata, penetrante e trascendente. Esso ci permette di liberarci di vecchie colpe, di sciocchezze e zavorre inutili, di esperienze dolorose che sempre più gettano ombra sulla nostra vita sentimentale, per riempire tutto di Luce e, infine, dissolvere e disperdere i fumi delle nebbie.

Ansia, spavento, paura e oppressione non hanno più alcun potere su di noi, se il luminoso e splendente raggio di questa cosmica onda di forza si riversa nella nostra vita, e vi crea le condizioni, sia in ambito elementare che organico, per rinnovare l'ordine perfetto della divina creazione.
Attraverso questi metodi concreti sono state ottenute due specie di aiuto: in primo luogo la purificazione del nostro essere spirituale, con tutti gli elementi oscillatori che vi si sono collocati, e in secondo luogo quella del nostro corpo fisico, che è stato inserito in un sistema strutturale immediatamente collegato con la Luce.

L'Arcangelo Gabriele ci sta accanto e ci avvolge col suo essere pieno di Luce per sorreggerci quando si tratta di espiare vecchie colpe, in cui vanno messe in conto le colpe che diventano costitutive del karma; ci aiuta altresì a disfarci dell'inutile zavorra, o a condurci ad un rinnovamento che serve al nostro progresso e quindi rappresenta un intimo desiderio della nostra anima; ad es-
sa spesso siamo incapaci di conformarci con le nostre sole forze ma sempre possiamo regolarlo e chiarirlo perfettamente attraverso la forza della Luce bianca, solo che noi rivolgiamo il nostro sguardo in alto, consapevoli della virtù che ognuno di noi ha in sé e del fatto che essa costituisce una forza incredibile che scaturisce dalla Creazione di Dio.









fonte: Angelinet
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:12




Il Quinto raggio


Gerarchia divina: Secondo Attributo. La Guarigione

Aspetto divino: Dedizione - Cura - Rigenerazione

Arcangelo reggente: Arcangelo Raphael (Raffaele): "Dio Guarisce"

Dirige la scienza e la conoscenza concreta. Responsabile di tutti i processi di guarigione fisica e spirituale.

Ci prende per mano dopo aver preso coscienza delle sofferenze karmiche. Custode della Bellezza

Maestro Asceso: HILARION

Colore del raggio: Verde

Pianeta: Sole

Metallo: stagno

Vibrazione musicale: MI/SOL#

Vibrazione vocale: O

Minerali in risonanza: smeraldo. peridoto, tormalina verde

Essenza aromatiche: caprifoglio, narciso, ginestra

Manifestazioni:

Opere di alta tecnologia al servizio dell'Amore per le creature. Guarigioni dell'Anima. Senso di Amore per tutte le forme viventi.
Guida nelle scoperte mediche naturali.

Abuso senza Amore: Ego spirituale, squilibri nel normale procedere dei processi karmici,
forme schizofreniche, sindromi con distorsione dell'Armonia tra realtà e Verità.


Come Opera il raggio verde

Nella sfera della luce verde proveniente dal cuore di Dio,
governa Raffaele, l'Arcangelo dell'autentica salute del corpo,
dello spirito e dell'anima;
Il principale compito di Raffaele, Arcangelo della guarigione,
è di portare tutti i modelli di pensiero ad una oscillazione conforme
all'ordine divino e alla sua cosmica connaturata verità.

Pertanto contano specialmente la solidarietà,
l'amore per il prossimo e la capacità di stare insieme;
infatti attraverso questi caratteri il potenziale del nostro campo spirituale
si armonizza e ne deriva anche la sua più o meno accentuata forza
di irradiazione e risonanza con la nostra struttura organica.
La risonanza consiste nella manifestazione sul fisico dell'armonia spirituale.

Nel salubre raggio verde oscillano il blu della forza della fede in Dio,
unito al giallo della sapienza divina, in una equilibrata sinfonia di colore dispensatrice di vita.

Essa si manifesta nel verde, che simboleggia la nuova crescita e
il nutrimento vitale che noi ne otteniamo.
Il verde della vegetazione viene dalla clorofilla,
una sostanza colorata presente nelle foglie,
che grazie alla fotosintesi provvede all'ossigeno necessario ai nostri polmoni.

Nel verde carico si accumula un'energia che molto approssimativamente
può essere definita come forza di conservazione;
infatti qui si ritrovano tutti i quattro elementi che costituiscono
le colonne dell'universo sulle quali poggia l'intera creazione.

Ancor più esplicitamente ciò significa che nel verde si ritrova
l'intero potenziale dei quattro elementi.
Tale potenziale è formato dai principi del fuoco, dell'acqua, dell'aria e della terra,
e oscilla nei colori blu, giallo e verde con il suo complementare rosso.

E' l'alchimia del Cuore, il cui colore del chakra è proprio il verde.

Ecco perché l'Arcangelo Raffaele è detto anche "l'Arcangelo del giusto mezzo",
in considerazione del fatto che egli è in grado di intervenire in uno squilibrio
tra anima e corpo e creare nuove dimensioni con le proprietà della luce verde,
le quali rendono possibile un nuovo corso che verrà avviato con slancio,
attraverso la fiducia nelle proprie forze.

Se ne deduce che il raggio verde della luce cosmica fa sentire i suoi effetti
in una energia capace di edificare, rinnovare e trasformare.

Nell'ambito d'impiego della luce verde, troviamo una pluralità di necessità,
desideri, aspirazioni e di caratteristiche umane che riguardano da una parte il benessere, il successo, la fortuna nell'amicizia, l'autosviluppo e la produttività e dall'altra parte riguardano afflizioni, inibizioni, blocchi nell'avanzamento,
disarmonie in ambito sociale o situazioni inappagate che ristagnano nell'intimo e
non ottengono alcuna attenzione da parte della vita.

Sono emozioni che riempiono un'esistenza di scoramento
e la mettono in un angolo da cui non giunge alcuna scintilla di speranza.
Paura, infelicità, invidia, gelosia sono le conseguenze che presto si addensano
nello spirito e allargano sempre più il loro campo di oscillazione,
finché trovano un punto debole in ambito organico, adatto a costituire un punto
fermo da cui può scaturire una manifestazione.

In questo modo si sostanzia un processo spirituale che,
in quanto pieno di energie, grazie a questa riserva di forze,
è abbastanza potente per mettersi in moto.

Nell'ambito della luce verde è disponibile, alla velocità della luce,
una capacità oscillatoria che tutto penetra e difende la vita.
Alla sua forza salutare possiamo consapevolmente affidarci,
se sentiamo che nella nostra vita qualcosa è andato storto, ci danneggia,
o disturba l'ordine a cui siamo vincolati.

È giunto il momento in cui veniamo avvertiti di prendere in considerazione
la "luce verde", per percorrere in sicurezza la strada della vita
e scorgere dall'altra parte una sponda che ci offre un appoggio
per proseguire verso ciò che a suo tempo ci eravamo prefissati.

Nella gerarchia del raggio verde, è posta la chiave della nostra personale libertà,
e vi troviamo anche la forza e l'impulso per aspirare ad occupare e mantenere
il nostro posto nella compagine della divina creazione, con la nostra libera,
individuale e irripetibile personalità, così come si addice
alla nostra più alta guida che, con l'aiuto dell'intima voce del cuore,
può farsi ascoltare chiaramente.


Le opere significative che sopravvivono a lungo ai loro inventori
non sono né più né meno che un'illuminata ispirazione di uno spirito
che si trova nella materia e che ha manifestato il suo patrimonio di idee
qui sulla terra.

In un tale atto creativo sono sempre presenti innumerevoli esseri di luce,
schiere di Angeli e anime ascendenti, che si adoperano nella sfera spirituale
per sorreggere queste forti formazioni di energia spirituale e per alimentarle
con la proprietà della luce, affinché esse possano accrescere le proprie oscillazioni,
conformemente al loro originario impulso spirituale.......


L'Arcangelo Raffaele è lo spirito guaritore che sta in sintonia con la luce verde,
che ricopre l'intera tavolozza dei colori, ed è in relazione col superamento
degli ostacoli e col completamento del nostro piano di vita.

Per noi è un aiuto potente quando si tratta di riportare ordine e armonia
nella nostra vita e di ricevere nuovi impulsi vitali
per poter afferrare qualcosa che, pur superando le nostre forze,
rappresenta tuttavia una richiesta ineludibile a cui bisogna far fronte.

Spesso abbiamo l'impressione di avere di fronte un enorme ostacolo
capace di annichilire ogni nostro desiderio, per cui lasciamo sprofondare
sempre più il coraggio, e scegliamo la rinuncia.
Tuttavia questo significa non aver fiducia nelle proprie forze e,
coscienti dei propri limiti, alzare bandiera bianca.

Si tratta di un processo diffuso e generalizzato che talvolta avviene
proprio all'ultimo istante, quando un'improvvisa svolta nel cammino
avrebbe indirizzato lo sguardo alla meta tanto agognata.
In tali frangenti ci si è dimenticati della luce che avrebbe offerto
tutta la forza necessaria per resistere fino alla fine,
solo che noi ci fossimo avvicinati per tempo a quella sorgente,
per guadagnarne quell'energia di luce che a tutti indistintamente viene offerta.

Ma in verità, dipende solo ed esclusivamente da noi, lasciar consapevolmente
penetrare nella nostra vita questo aiuto cosmico,
con cui possiamo rafforzare il patrimonio che sostiene nel portare a compimento
ciò a cui aspiriamo, e arricchire così la nostra esistenza
finché essa raggiungerà il posto al quale desideriamo essere eletti.

C'è in questo suggerimento la chiara esortazione ad operare...
ecco quello di cui ora ci vogliamo occupare, per avere a disposizione
una guida che ci renda possibile compiere ciò che qui chiamiamo "opera".

È opportuno in primo luogo sapere quali sono le cose che possono aiutarci
a realizzare un desiderio, o quale piano riteniamo necessario
per avvicinarci alla nostra meta, quali i passi da intraprendere,
utilizzando al meglio capacità e forze.

È altrettanto utile stabilire dettagliatamente i singoli stadi
che ci si prospettano per poter scorgere meglio la direzione
che desideriamo prendere.
Abbiamo anche a disposizione la nostra immaginazione creativa,
che si adatta come un variopinto quadro vivente,
delineato fin nei particolari, solo quando uno abbia montato
la "pellicola giusta".

Questa è la premessa necessaria affinché possa svolgersi davanti ai nostri occhi
ciò che ci siamo predisposti a vedere.
Tale "pellicola" va messa a confronto sia con il libero volere
sia coi pensieri e coi sentimenti, cose tutte della massima importanza.

Gli impulsi spirituali, una volta accesi,
eccitati ed incoraggiati alla spiritualizzazione,
sono davvero in grado di agevolare una "messa a punto" interiore,
ora che disponiamo di forze bastanti per affrontare ostacoli e deviazioni,
senza fallire, e senza rinunciare anticipatamente ad un desiderio
che non poteva avverarsi in quanto sprovveduto di energie sufficienti.

Qui conta veramente la forza dello spirito che fa emergere la propria eccellenza.
Si tratta di avviare una realizzazione al punto che essa diventi
un dato di fatto percepibile.

Ma molti falliscono perché non sanno farsi un'idea di quello
che significherebbe l'avveramento di ciò che desiderano:
sperimentare grandi cambiamenti, nuove possibilità, la salute perfetta,
la gioia e il benessere che ne derivano.

Spesso accade anche che una persona non si persuada facilmente
di quale enorme potere abbia nelle mani grazie all'atto creativo dello spirito.
Ciò dimostra una insufficiente stima di sé stessi,
per cui non osiamo volgere lo sguardo verso il cielo,
così lontano e irraggiungibile per chi se ne sente indegno.

Complessi di inferiorità sono sintomi di una povertà che può sussistere
solo in chi non tiene in considerazione la LUCE,
e quindi non può avere in sé le forze che vi sono celate.
Ma esse non si impongono, sono solo presenti perché una persona le cerchi.

Quando, consapevolmente, ci volgiamo verso di lei,
essa penetra quel muro che avevamo innalzato come ostacolo,
come banco di nebbia di cui ci eravamo serviti per autosequestrarci,
per toglierci la visuale, ottenendo insicurezza e confusione.

Per l'iniziato c'è ora a disposizione la luce con tutta la sua pienezza,
un mezzo pieno di energia che lo aiuterà a far fronte a ogni necessità
e a sostenere l'esistenza con gioia, felicità ed abbondanza di beni.

L'Arcangelo Raffaele tiene la luce verde nelle sue mani
e amorevolmente ne porge a quelli che aspirano a poter realizzare qualcosa
nella propria vita così che costituisca un grande successo per la propria anima
immortale.

Risplende la luce nell'essenza dell'uomo, meravigliosamente, intensamente,
quando egli si dichiara pronto, divenuto finalmente consapevole
della propria forza creativa, a prendere una decisione per la salvezza
della sua anima.

Sarà il nuovo passo verso la meta a renderlo degno di salire sempre più in alto
nelle sfere in cui non c'è ostacolo o limitazione di sorta poiché là si trova la luce,
per cui chiarezza, pace, quiete, ordine e armonia vi sono pienamente diffuse.


Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:12



IL SESTO RAGGIO - ORO RUBINO da Angelinet

Gerarchia divina :Terzo attributo: Amore Umano Puro

Aspetto divino:
Lo stato di Grazia: la fiamma interiore.

Arcangelo reggente:
Arcangelo Uriel : "Il Fuoco di Dio"

Messaggero della Pace, porta con lui la devozione alla causa dell'Amore.
Accende dopo complessi processi animici, la fiamma interiore.
Nutre le anime che hanno scelto il Servizio a Dio e all'Umanità.
Custode del Regno del Paradiso in Terra

Maestri Ascesi: LADY NADA - JESUS SANANDA (Gesù)

Lady Nada succede a Jesus-Sanada(Gesù), che è asceso a istruttore del mondo
insieme ai Maestri Kuthumi e Lanto.
Il Maestro Gesù tuttavia continua ad affiancare il Maestro Lady Nada.


Colore del raggio:
Rosso Rubino

Pianeta:
Terra

Metallo:
Rame

Vibrazione musicale:
A/FA#

Vibrazione vocale:
A


Minerali in risonanza:
rubino, calcopirite, giacinto


Essenza aromatiche:
sandalo, rosa, iris

Come opera: Nell'alta regione della luce d'oro rosso-rubino, opera l'Arcangelo Uriel con le sue nobili schiere, votate al servizio di Dio.
Esse si impegnano a dare un contributo, affinché ci si rivolga a Dio, con la fiducia e le speranze di riceverne nuove forze, prima di dover supplicare di essere liberati da necessità, bisogni e difficoltà che sono i motivi principali della preghiera.
Nel coro del raggio d'oro rosso-rubino, dominano la gioia e il giubilo di conoscere la Grazia divina e la pienezza del divino Amore che di qui si riversano.


Nella Grazia scorgiamo un'alta regione, ricolma della gioia che discende dall'adorazione di Dio e si irradia verso di noi, consentendoci di farla nostra. Otteniamo, in tal modo, quelle necessarie riserve di forza da cui derivano le energie di sfondamento di cui abbiamo immediato bisogno,
tutte le volte che, durante una fase della nostra vita, dobbiamo aprirci un varco attraverso luoghi impraticabili, e ci sentiamo sottoposti a forti pressioni esterne.


Attraverso l'oscillazione colorata che esce dalla combinazione del rosso e dell'oro
e che irradia un intensissimo rosso caldo, noi sperimentiamo la gioia nella sua forma originaria. La gratitudine di cui trabocchiamo per questo gioioso sentimento.
penetrandoci e innalzando il nostro sguardo, è in grado di sciogliere le formazioni di pensiero distruttive e pessimistiche, trasformandole nel loro esatto contrario,
cioè speranza, creatività e ottimismo.
Tali straordinarie proprietà, presenti in questo potente colore rosso rubino, possono diventare una inesauribile benedizione per il nostro percorso di vita, se noi, consapevolmente, permettiamo che i nostri pensieri,
parole e opere siano pervasi dal potentissimo influsso dell'energia rosso oro.


L'Arcangelo Uriel, è il principe celeste, che si offre per L'Arcangelo Uriel, è il principe celeste, che si offre per rafforzare in noi la gioia. Grazie a questo senso di beatitudine, possiamo impegnarci in tutto ciò che la vita ci chiede, dando alimento a quello che ne rende più agevole il superamento e la possibile attuazione.
Nella gioia troviamo una grande forza, che ci aiuta a portare il carico della nostra esistenza, in un modo tutto diverso da come sarebbe senza il sostegno di questa forma di energia.

Molto ne guadagna la nostra vita in efficienza; veniamo spronati a espletare i suoi compiti intrinseci, mentre diventa possibile disperdere i torbidi pensieri, con più cognizione, sostituendoli, grazie alle rinnovate energie,
con altri più forti e costruttivi. È un aspetto essenziale che spesso non è tenuto in considerazione, quando si tratta di modificare una situazione di vita; vale a dire, invece di accollarci tormento e sacrifici, far entrare in noi la componente colorata della gioia e della gratitudine, il che consente di collocarci in una posizione molto più favorevole. Siamo quindi invitati a lasciar fluire la Pace nella nostra vita, poiché questa è la volontà di Dio. Ne risulta accresciuta la riconoscenza nei confronti del Creatore, poichè, mettendoci in condizioni di Pace, può nutrire il successo, lo slancio, la felicità e la fortuna.

È evidente come siano sempre buoni e costruttivi i pensieri di apprezzamento alla vita. Essi ci consentono di avanzare verso le alte regioni ove si dissolve l'insopprimibile nostalgia del cuore. Nella sfera d'influenza dell'Arcangelo Uriel, ritroviamo il preziosissimo tesoro della gioia, come anche la gratitudine e l'adorazione di Dio, che si manifestano allorché desideriamo esprimere un moto di gioia. Con riferimento alla nostra esistenza, ciò significa che siamo invitati a lasciar entrare nel nostro cuore gioia e sollievo, e che dovremmo impegnarci, consapevolmente, al fine di avvolgere tutti i pensieri bui, con le vibrazioni colorate, che nel loro splendore rosso-arancione-oro, assomigliano al sorgere del sole.

Si produce così uno straordinario rinnovamento e trasformazione.
Come se sorgesse il sole, cominciano a dissolversi via via le tenebre notturne, finché tutto diventa luce e calore.
Si instaurano i presupposti per il sostentamento del risveglio vitale e del nuovo giorno da vivere con gioia e pace.
Nella rappresentazione del sole nascente, cogliamo la vita con tutte le sue forme e i suoi aspetti più vantaggiosi e adatti per una crescita creativa. Vi scorgiamo una luce di speranza e di gioia che ne scaturisce: è la gioia incontenibile, di poter ritrovare e accogliere tutto ciò di cui abbiamo bisogno per provvedere alla nostra esistenza, e diventare simili ad una stella luminosa che conquista il suo posto nell'universo.

In considerazione del fatto che spesso la vita terrena ci riserva molte più lacrime che gioie, è per noi di grande incoraggiamento andare, una volta per tutte, al fondo di questa questione, per capirne la ragione e quale problematica vi si celi.
La perdita della gioia conduce nelle tenebre e contemporaneamente anche alla schiavitù.
Infatti l'oscurità è nemica della vita e la nega. Per rendere più comprensibile il discorso, potremmo ricorrere alla contrapposizione tra luce-vita e tenebre-morte.
La gioia è la fiamma che alimenta la vita, con nuove energie, rendendola degna dei propri alti compiti. La tenebra invece fa crescere lo scoramento e il tedio, sottraendoci vitalità e capacità di assolvere ai propri compiti, in quanto viene a mancare l'elisir che solo la luce possiede.

Successivamente l'angoscia porta alla schiavitù e anche alla disistima di se stessi, tanto maggiore quanto più ci si sente soggiogati.
È il capolinea del libero arbitrio, completamente paralizzato nella propria forza espressiva, e non più in grado di far sentire la propria voce, in quanto la forza di volontà è spezzata e non da più il suo impulso. Ma anche in questa situazione, senza via d'uscita, è possibile, con l'aiuto della luce rosso-arancione-oro, creare nuove forme di vita, che possono produrre una inversione verso la luce.
Ancora si si impone il paragone col sorgere del sole, che con la sua palla di fuoco arancione, infiamma e avvolge tutto ciò che giaceva inerte nell'oscurità, annunciando coi suoi caldi raggi, l'inizio di una vita nuova.

Attraverso la conoscenza della forza della luce, è diventato sempre più chiaro e comprensibile. che dobbiamo lasciare che essa permei la nostra esistenza, al fine di ottenerne quanto ci occorre per vivere, crescere in direzione della propria nativa sorgente fanciulla.
Dobbiamo essere assolutamente convinti, di quale enorme aiuto ci sia a disposizione, sotto forma di raggi di luce colorata, e quanto infinitamente grande, sia la potenza del nostro spirito che ci sostiene, nel rendere un'esistenza permeabile a questa forza dei colori, capace di produrre una chiarificazione, e un cambiamento di rotta.

Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 18/09/2009, 15:13



SETTIMO RAGGIO – VIOLA

Gerarchia divina: Quarto attributo: Ordine cerimoniale

Aspetto divino: Trasmutazione - purificazione - misericordia

Arcangelo reggente: Arcangelo Zadkiel : "Favore di Dio"


Braccio destro dell'Arcangelo Mikael è il Signore del Sacro Fuoco
Violetto della purificazione, e del miracolo alchemico del Cuore.
Protettore degli umani in Terra con missioni della Fratellanza Bianca Universale.
Governa il ritmo.
Sovrintende a tutte le conoscenze di alta magia ed esoteriche.
Detentore della Misericordia.


Maestro Asceso: Saint Germain

Colore del raggio: Viola

Pianeta: Terra

Metallo: piombo

Vibrazione musicale: SOL

Vibrazione vocale: U

Minerali in risonanza: ametista, fluorite viola

Essenze aromatiche: violetta, ylang-ylang, lavanda


Abuso senza Amore: Apprendimento deviato e illegittimo della magia, con gravissime conseguenze sui corpi spirituali. Apprendimento distorto delle conoscenze mistiche spirituali.
Esaltazione dell'Ego e manie di onnipotenza.




Nell'alta sfera
della fiamma violetta, svolge il suo servizio l'Arcangelo Zadkiel,
braccio destro dell'immenso San Michele, insieme alle schiere della luce,
che si sono poste al servizio di questa forza purificatrice, per
dissolvere e trasformare, ciò che non risponde alle leggi
del principio cosmico universale.

La fiamma violetta sostituisce queste pesanti emozioni, con energie luminose,
che posseggono la grazia del perdono, della purificazione,
e della completa cancellazione.

Compresa nell'azione della Luce violetta,
è anche la liberazione dalle ombre antiche,
che nascondono in sé le forze negatrici della vita,
Una purificazione a livello spirituale,
è da considerarsi come una specie di rinascita,
che porta con sé nuovi sereni presagi e condizioni,
cosa che prima non sarebbe stata possibile.

In pratica, la Luce della fiamma Viola, se invocata,
se lasciata agire, con il personale impegno, produce nel tempo
la cancellazione del karma.

Il significato profondo della fiamma violetta,
sta nella sua straordinaria forza di purificazione,
e di trasformazione, che viene qui raffigurata quale grazia divina.

Ci possiamo avvicinare sempre più ad essa,
quando sentiamo il desiderio, di liberare la nostra vita da un impedimento,
che la trattiene come zavorra, appesantendola e tirandola verso il basso,


Nel segno della fiamma violetta, ci è possibile trasformare in luce,
avvenimenti che ci opprimono, dissolvendoli, per poter poi, una volta liberati,
salire più in alto sul nostro sentiero predestinato.

Nel processo di purificazione, l'anima trova infinita forza
e grande impulso, poiché essa si vede liberata da tutti i pesi,
e conquista nuove possibilità per il suo progresso spirituale.

Nel grande sistema dell'ordine cosmico,
è previsto di potersi liberare dei carichi inutili,
se si aspira consapevolmente, a intraprendere una purificazione liberatrice.

Il colore violetto della luce cosmica primordiale, è la fonte divina nella quale
riflettersi per purificarsi, e procedere nel realizzarsi perfettamente.

Nel corso di un'esistenza terrena,
ci si imbatte spesso in situazioni cariche di tensione
e di sconcerto, assolutamente necessarie, perché contengono quel dinamismo,
senza il quale non sarebbe possibile il progresso.

Momenti di entusiasmo e di sconforto,
si alternano per portare nell'esistenza un dinamismo
che corrisponde al ritmo dei moti dell'anima,
e che incoraggia, con ritmo parallelo,
a effettuare una svolta nelle situazioni della vita.

Infatti ogni evento, presentandosi con una sua
dominante maggiore o minore, va affrontate a seconda delle circostanze.

Le oscillazioni dell'umore, significano sempre che qualcosa si è messo in moto, e che vorrebbe trasformarsi per rispondere alle nuove esigenze dell'Anima.

In ciò consiste anche il valore nel superamento positivo
e sempre possibile, delle emozioni negative,
con la propria Volontà, facendone scaturire quel senso di liberazione
come forma di melodie armoniose.

Nella luce della fiamma violetta, arde il limpido splendore della libertà, del perdono,
della liberazione dalle colpe karmiche, e dalle catene di legami che esercitano un
influsso sfavorevole alla possibilità di proseguire nel segno della luce.

Vi si trova l'incommensurabile grazia Divina,
che scende verso di noi e ci da la possibilità di poter arrivare,
liberi e consapevoli, alle altezze in cui domina la vera vita, e dove le
tenebre non hanno alcun potere.

È quindi nostro destino l'essere-uno,
con le forze divine che, come splendide formazioni, aleggiano intorno
all'anima, per conferirle il suo vero aspetto,
conforme a quanto essa ha conseguito.

E’ importante attraversare la nostra vita, avvolti in un manto di luce e,
ben protetti e sostenuti, guadagnare una posizione sempre più benevola,
possibile soltanto compiendo la scelta interiore di dirigerci
con tutta la nostra Anima, per comprendere il significato
degli avvenimenti personali.

Qui sta il vero significato di queste parole, che vogliono essere un segnale di luce,
proveniente dalle alte sfere angeliche, per essere accolto e compreso.

Un messaggio per dissolvere più velocemente l'oscurità,
e per abbreviare i dolori e le sofferenze a cui l'umanità,
si trova esposta per la sua insipienza.

E' molto difficile, voltando le spalle a Dio-Amore, percepire la luce che sta dietro
tutte le cose, e riconoscere il vero aspetto splendente dell'anima,
quando fasciata in un abito terreno, dovrebbe compiere la sua risalita,
e placare la sua infinita nostalgia della casa dalle infinite dimore
del Signore Dio-Amore.

Vogliamo ancora una volta richiamare con insistenza,
l'attenzione sulla fiamma viola, poiché essa rappresenta la forza
luminosa della purificazione.

Con la sua energia, fa scorrere una potenza che tutto penetra, libera e purifica; essa
rende testimonianza che Dio nel suo amore, bontà e benevolenza,
ci ha destinato un aiuto tangibile,
comprensibile e concreto, col quale possiamo riordinare, nobilitare e
portare a compimento la nostra esistenza terrena.

L'Arcangelo Zadkiel, a fianco del suo stupefacente Fratello San Michele,
dal cerchio della luce viola, si prende cura di noi con amore e pazienza infiniti,
nel momento in cui desideriamo liberarci, e allontanarci da limitazioni terrene,
da dolori e preoccupazioni.

Ci propone e offre, nel segno della luce,
un riassetto di carattere illuminante, ai fini della purificazione e
della liberazione.

Potremo così sbarazzarci di pesi inutili, di errori e sensi di colpa,
e raggiungere sfere più alte, ove ci saremo avvicinati
di un ulteriore passo alla Luce.



Consiglio di completare le informazioni leggendo i post di Mary, in questa stessa sezione,
inerenti al raggio e alla fiamma violetta.



Da angelinet
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

I Sette Raggi

Messaggioda shanti » 21/09/2009, 21:39

Per continuare la preparazione alla settimana della luce, riporto alla vostra attenzione il post dove potete trovare i sette sigilli degli Arcangeli, una delle porte d'accesso alla loro vibrazione.
I Sette Sigilli Arcangelici o Raggi di Luce, sono simboli ammantati di vibrazioni celesti, vi sono racchiuse le porte di accesso alle potenze dei sette Arcangeli che nutrono la Vita fisica e spirituale, in ogni sua forma.

Ogni sigillo serve per connettere il Cuore con la vibrazione di uno dei sette raggi di Luce, emanato da un Arcangelo.
Potete stamparli e posizionarli vicino alla candela dell'Arcangelo e, nella sera del 29, posarli in cerchio, con un piccolo lumino acceso davanti, magari contornando il tutto con i cristalli.
Dopo la settimana della Luce, incorniciateli e appendeteli in casa. Connetteranno la vostra casa con le energie degli Arcangeli e doneranno a chi ci vive, intense vibrazioni di luce.
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
drago-lontra blu
Messaggi: 7528
Iscritto il: 01/11/2008, 0:00

Re: I Sette Raggi

Messaggioda drago-lontra blu » 30/12/2013, 22:12

Un altro importantissimo capitolo concerne la realizzazione di un processo di purificazione. Nel segno della Luce bianca, esso è un rituale di rischiaramento e di liberazione di vasta portata a cui una persona si può sottoporre come sforzo di chiarificazione di compiutezza, come avremo modo di illustrare.
Con questo rito di purificazione noi abbiamo a disposizione, nel segno della Luce bianca, un metodo di forza sconfinata, penetrante e trascendente. Esso ci permette di liberarci di vecchie colpe, di sciocchezze e zavorre inutili, di esperienze dolorose che sempre più gettano ombra sulla nostra vita sentimentale, per riempire tutto di Luce e, infine, dissolvere e disperdere i fumi delle nebbie.

ECCO PARLAVO DI QUESTO, PERÒ NON LO TROVO, MI SA CHE SUL FORUM NON C'È.
Forse che Mary, la nostra esperta lo ha da qualche parte e lo mettesse, metterebbe, metta metterà e che dir si voglia (usignur) a disposizione di tutti? e' e' e' ????? garrazzzzzie.
Immagine

Immagine


Torna a “La Metafisica e i sette Raggi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti