Annuncio Google

Pensieri di Aivanhov

Meditazioni, spunti di riflessione, ...
(vedi anche:)
Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda shanti » 05/05/2014, 12:38



lunedì 5 maggio

« Al mattino, fin dal risveglio, prima di ogni altra cosa, pensate ad armonizzarvi con le entità celesti:
dite a quelle entità che volete entrare nella loro armonia.
Fate appello alle creature luminose che popolano lo spazio,
concentratevi su di esse e cercate di immaginare quanto sono belle, pure e colme d’amore.
Se il vostro desiderio è sincero, per la legge di affinità riuscirete a entrare in contatto con loro.
Qualcosa accadrà in voi: il vostro cuore, il vostro intelletto,
la vostra anima e il vostro spirito vibreranno all’unisono con il mondo divino.
Tutto il vostro essere diverrà uno strumento ben accordato
e l’armonia che sarete riusciti a creare darà la sua impronta alla giornata che sta iniziando.
Quanti incontri e avvenimenti nella vita possono turbarvi,
farvi perdere la vostra gioia e la vostra pace! Ma qualunque cosa accada,
vi rimane sempre il potere di armonizzarvi con le entità celesti,
affinché l’armonia di cui esse riempiono lo spazio scenda ad abitare in voi. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Annuncio Google
Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Mary » 19/05/2014, 9:27

lunedì 19 maggio 2014

« Quante persone dicono di essere alla ricerca della verità! Pur rammaricandosi di non averla ancora trovata, si sentono fiere di essersi lanciate in una ricerca così difficile... Ebbene, no, la verità non è così difficile da trovare, e può essere anche definita molto semplicemente. Diciamo che è come una medaglia le cui facce sono rispettivamente l'amore e la saggezza. Se cercate la verità indipendentemente dall'amore e dalla saggezza, ossia indipendentemente dallo sviluppo armonioso del cuore e dell'intelletto, non la troverete mai. Ma non appena avete l'amore e la saggezza, possedete pure la verità, anche se non la cercate. Non si trova mai la verità come un principio a sé stante: essa può esistere solo per chi sa lavorare contemporaneamente con il cuore e con l'intelletto.
Se attualmente nel mondo circolano e si scontrano tante verità diverse e contraddittorie, è perché esse riflettono la deformazione del cuore e dell'intelletto degli esseri umani. Qualcuno vi dice: «Ecco la verità!» In realtà, quella è la "sua" verità, e quella verità è l'espressione del suo cuore e del suo intelletto deboli e deformati, o al contrario saldi e illuminati. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda shanti » 19/05/2014, 11:38

Bellissimo, spesso si incontrano persone perse in mille elucubrazioni mentali che analizzano, scandagliano, traggono conclusioni e si ingarbugliano su concetti di ogni tipo per cercare la verità e poi non sono in grado di interagire con cuore e saggezza con chi hanno davanti.
Ma è il loro modo di essere, l'imprinting che hanno dentro e non ce la fanno ad aprirsi al sentire del cuore.
A volte le cose più semplici sono quelle più profonde e vere.
Grazie Mary :emtc35:
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Mary » 21/05/2014, 10:42

mercoledì 21 maggio 2014

« Solo chi, grazie alla conoscenza delle verità spirituali, ha saputo mettere ordine in se stesso realizza il vero silenzio; ed è in quel silenzio che la voce della sua natura divina si fa sentire. Un’intera tradizione mistica menziona “la voce del silenzio”. Come va compresa questa espressione? Il silenzio ovviamente non ha voce, ma nel cuore del silenzio una voce si fa sentire: quella della nostra natura divina.
La meditazione e la preghiera, come tutte le pratiche raccomandate dagli insegnamenti spirituali, hanno un unico scopo: far tacere la natura inferiore nell’uomo, al fine di dare alla sua natura superiore possibilità sempre maggiori di esprimersi. Il silenzio è quindi quello stato di coscienza in seno al quale qualcosa di misterioso e profondo comincia a rivelarsi. È questo “qualcosa” che viene chiamato “la voce del silenzio”. Chi riesce ad acquietare tutto in se stesso, e anche a fermare il pensiero – poiché nel suo movimento anche il pensiero fa rumore – potrà udire quella voce. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov


Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Mary » 25/05/2014, 19:50

domenica 25 maggio 2014

« Ridere non è necessariamente sinonimo di leggerezza, noncuranza o mancanza di serietà, anzi, può agire in modo più benefico sulla mente rispetto a quell'aria austera che molti credono essere la caratteristica del saggio. Sì, perché nella risata vi sono energie vive che nutrono il cervello.
Ridere permette anche di risollevarsi, di riprendere quota. Nella vita di ogni essere si verificano avvenimenti che inizialmente non invitano a ridere, è vero, bisogna riconoscerlo, ed è normale da principio essere turbati o rattristati. Tuttavia è più facile non lasciarsi abbattere se ci si è abituati a vedere il lato comico di certe situazioni che vanno affrontate. Non privatevi mai di quel mezzo potente che è la risata per mantenere il vostro equilibrio interiore e rendere la vostra esistenza più leggera. Del resto, dovete averlo osservato: quando ripensate a certe difficoltà o a certi incidenti che inizialmente vi avevano afflitto, o quando più tardi li raccontate, ad apparirvi è soprattutto il loro lato comico. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov



Avatar utente
Astrid
Messaggi: 2739
Iscritto il: 24/12/2011, 14:04

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Astrid » 25/05/2014, 20:40

E' vero cara Mary,
eppoi ... lo dice anche un vecchio detto ... il riso fa buon sangue ..


:emtc110:

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda shanti » 25/05/2014, 20:43

Le risate non ci mancano!!!
Bel messaggio in sintonia con noi. :emtc46: :emtc5:
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Maryapple

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Maryapple » 25/05/2014, 22:50

Si Mary.................grazie di averlo ricordato, io sono di quelle che trova il modo di ridere sempre, lo considero un punto di forza .
il sorridere e ridere dà la forza e allerisce l'essere....per sentirsi....sempre bene in qualsiasi luogo.Ciao
:emtc8: :emtc102: :emtc168:

Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Mary » 28/05/2014, 11:38

mercoledì 28 maggio 2014

« La vita è una scuola nella quale siamo venuti a fare un apprendistato, e in questa scuola di fatto ignoriamo chi siano i professori e chi gli alunni. A istruirci, possono essere dei bambini, dei mendicanti, ma anche gli esseri che ci sono ostili… Sì, anche e soprattutto quegli esseri, poiché sono loro che ci costringono a fare gli sforzi maggiori.
Sarebbe così facile a volte rispondere alle calunnie e agli attacchi, ma non tutti i modi di rispondere vanno bene. Chi ribatte, corre sempre il rischio di abbassarsi al livello di coloro che se la prendono con lui, e finisce allora nello stesso pantano. Non è proibito reagire, ma a condizione che si sia capaci di mantenersi molto in alto e di non uniformarsi ai propri avversari nella meschinità e nella cattiveria; perché in tal caso, anche se in apparenza si riporta la vittoria, in realtà si subiscono anche grosse perdite. Di quanta intelligenza, di quanta forza di carattere è necessario dar prova per tener duro e difendersi senza usare le stesse armi dei propri avversari! E proprio per questo essi sono tanto utili per la nostra evoluzione. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov



Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Re: Pensieri di Aivanhov

Messaggioda Mary » 01/06/2014, 8:28

domenica 1 giugno 2014

« In tutto ciò che intraprendete, sforzatevi di iniziare bene, poiché lo svolgersi di un processo dipende dall'impronta che sarete stati capaci di inscrivere sin dal principio. Tuttavia, è anche necessario prendere in considerazione che se si vuole che l'inizio sia buono, si deve aver saputo terminare in modo corretto il compito precedente. Questo principio trova un'applicazione in tutti i campi. Dunque, quando iniziate un lavoro, siate attenti a mantenere fino in fondo la stessa attenzione, la stessa cura. E se fate nuovi incontri, se stringete nuove amicizie, anche lì siate vigili affinché ciò che è iniziato con sorrisi, parole calorose, doni e baci, non termini con degli scontri.
Sul piano fisico si può ritenere di aver posto fine a un'impresa, a una relazione: bene o male, è terminata. Nell'invisibile, invece, nulla è mai terminato. Il modo in cui avrete risolto una questione influenzerà le vostre imprese e i vostri incontri futuri. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov


Torna a “Meditazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti