Annuncio Google

Navigando sulle onde di Mama Cocha

Fotografie e racconti nei nostri viaggi.
Avatar utente
prema
Amministratore
Messaggi: 1818
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda prema » 23/02/2015, 14:30

Come sempre, riesci a trasmettere le "emozioni" del viaggio e a farle rivivere anche a noi. :emtc9:
(Però la sfilata di torte potevi anche risparmiarcela.... :emtc113: )
Io sono ciò che sono per merito di ciò che tutti noi siamo

Annuncio Google
Avatar utente
sharhazad
Messaggi: 1397
Iscritto il: 20/11/2012, 15:12

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda sharhazad » 23/02/2015, 14:43

Che foto meravigliose..e quanto sanno trasmettere!!!!!
Ma soprattutto tu ,Shanti che con le parole ci fai navigare insieme...
deve essere meraviglioso un viaggio così...anche se per me è un po' "pauroso"..l'acqua mi è sempre stata un po' ostile..
alle volte mi vergogno un po' a dichiarare questa cosa......ma mi piace stare con i piedi sulla terra ferma!!!!!
Non so mi da più sicurezza....sarà che da piccola sono caduta in acqua......e mi è rimasta questa cosa....
Invece non ho paura di volare......nel cielo,nello spazio mi sento bene!!!!!
Aspetto con ansia le prossime puntate.....ciaooooo
perdonami...grazie..ti voglio bene!!!!!

Avatar utente
Angel
Messaggi: 2660
Iscritto il: 31/05/2009, 0:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda Angel » 23/02/2015, 20:29

:emtc110: Grazie Shanti!!!!
Aspetto il seguito con gioia...... :emtc9:
Siamo fatti per rendere manifesta la gloria dell'Universo... che è in noi
Angel

Avatar utente
mariposa azul
Messaggi: 3558
Iscritto il: 03/10/2008, 0:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda mariposa azul » 24/02/2015, 17:41

Bella esperienza, che colori l'oceano! Quello che mi attira maggiormente è passare un po' di tempo al caldo, in piena estate...soprattutto ora che sono qui sul divano avvolta da una copertina e fuori c'è un vento pazzesco che scuote ed agita i rami degli alberi e fa scappare i poveri uccellini posati sopra a beccare le bacche. :emtc102: :emtc102: :emtc102:
Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.”
RICHARD BACH

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda shanti » 25/02/2015, 13:31

e pensa che là è inverno. D'estate ci sono 45 gradi.

Vi racconto una delle più belle esperienze della mia vita, con una parte molto triste. Dolore e gioia infinita nello stesso pomeriggio.

Quando la nave attracca si possono prenotare delle escursioni a terra o in mare.
Già prima di partire il mio cuore mi portava verso una in particolare, incontro con i delfini e con le razze a Stingray city.
A Grand Cayman la nave non attracca in porto ma getta l'ancora al largo.
Poi, con i battelli che avete visto prima vicino alla mega nave, si raggiunge la riva di uno dei luoghi più belli che io abbia mai visto.
Già questo trasferimento è bellissimo, viaggi a pochi metri dalla superficie dell'oceano di un blu impressionante.

Arrivati a terra, pulmino sgarruppato e si va verso l'incontro con i delfini. Mi ero fatta un'idea purtroppo sbagliata, quella di vedere i delfini in mare aperto, come alle Canarie.
E invece eccoli lì, sei delfini stupendi in un tratto di oceano recintato con una rete. In cattività? Non so come definirla.
Potrebbero saltare fuori, non lo fanno.
Ci spiegano che sono stati allevati lì e conoscono solo quell'ambiente nel quale sono nutriti e amati ma, purtroppo addestrati.
La cosa che mi ha un po' consolata è stata vedere con quale amore interagivano con il personale del posto.

Ci fanno entrare in acqua a gruppi e si avvicina una delfina. Lucy. C'è una prassi per la loro sicurezza, non vanno toccati come avrei fatto io, spupazzandoli, e prima ti fanno togliere anelli e orologi o altro che potrebbe ferire la loro pelle.
Ho sempre desiderato toccare un delfino ma non in quel modo, non grazie alla loro "prigionia".
Lucy si avvicina ad ogni persona, tocca la guancia col musone, poi stampa un bacio sulle labbra e alla fine passa sotto le mani tese e la puoi accarezzare lungo tutto il suo meraviglioso corpo.
Il bacio sul suo morbido muso è stato stupendo, sono certa che ha sentito il mio amore. Gli occhi dolcissimi e lucidi erano nei miei, per un'attimo non c'era separazione tra noi, i miei occhi erano i suoi e i suoi erano i miei. Un attimo infinito.

Non ho foto perché hanno i loro fotografi e se le vuoi le paghi carissime. Ma non volevo quel ricordo.
Volevo serbare nel cuore il bacio di Lucy misto alle mie lacrime di dispiacere per la sua mancata libertà. Ma un amore infinito mi usciva dal cuore, per lei e per gli altri suoi compagni.

Dopo questo ci imbarchiamo verso Stingray city, il posto dove si incontrano le razze.
Ho avuto paura di trovare un'altra reclusione...
45 minuti verso il mare aperto. Sollievo gigante! Il mare bluissimo ci accoglie, stipati sul piccolo battello guidato da un ragazzo giovane.

stin1.JPG
Ci allontaniamo da Grand Cayman verso il mare aperto


stin2.JPG
color acquamarina!


Il colore dell'acqua si fa sempre più chiaro e cristallino, turchese, trasparentissimo con il fondale di sabbia bianca. La linea blu sull'orizzonte è il mare profondo che si frande lungo la barriera corallina. Siamo in un luogo protetto dai coralli dove l'acqua è bassa, arriva alle spalle e cammini sul fondo soffice. Le razze, decine e decine, vivono lì.

stin3.JPG
la barriera corallina in lontananza


Con noi c'è un signore anziano che guida la spedizione. Il suo volto sembra scolpito nel legno tanto è scurito dal sole e incavato dal vento.
Ci racconta di essere un sopravvissuto. E' stato punto due volte dalle razze che hanno un aculeo velenoso verso la punta della coda. Di solito si muore dice, io sono stato risparmiato.
Ci spiega come interagire, potete accarezzarle, ci mostra come accoglierle tra le braccia e ... non toccate la coda perché l'aculeo è velenosissimo.... Se vi passano vicino state fermi per non pestare la coda, soprattutto movimenti lenti e calmi.
Parla di questi esseri con un amore infinito. Già mi tremano le budelle per l'emozione.

Appena la barca si ferma eccole che arrivano, curiose.

stingray2bis.jpg
Eccole le curiosone


l'uomo che ci spiegava le cose scende per primo e subito, come un fulmine, una Razza gli si avvicina incollandosi a lui. La chiama per nome e iniziano un lungo abbraccio bellissimo.

Scendiamo tutti in acqua ed eccole che arrivano curiose e coccolose come gattini. Ovviamente alcune donne urlavano starnazzando come galline spavetate dalla volpe, altri erano un po' straniti, molti fotografavano con le fotocamere subacquee, altri, con maschera e boccaglio andavano sotto portandosi dietro un po' della mia voglia di guardare sotto.

Io... in una rimbambitissima estasi. Entrare in quell'acqua turchese mi ha fatto un effetto pazzesco! Mai nella mia vita avevo visto un colore così dal vero. Solo su internet guardavo ammirata il mar dei caraibi ma mai avrei immaginato di potermi immergere in tanta bellezza. Il mio cuore si è espanso nell'infinito.

Arrivano in tante, appena entriamo in acqua. Si sfregano sulle nostre gambe, ci accarezzano la schiena. Sono senza fiato.
Per accoglierle si mettono le braccia parallele in avanti, con i palmi delle mani verso l'alto e, se hai fortuna, una si avvicina e la abbracci, anzi, ti abbraccia lei.

Quattro foto prese dal web giusto per darvi l'idea.

stingray City 1S.jpg
dal web


stingrayCity.jpg
dal web


stingrayw.jpg
dal web


stinBacio.jpg
dal web


Il signore anziano ci passava una delle sue "amiche " sulle nostre braccia tese. Quando si appoggiano sulle braccia, alzano il loro musone fuori dall'acqua e te lo sfregano sul mento, come in attesa di essere baciate. Cosa che ovviamente ho fatto cento volte.
L'uomo mi guardava spesso e sorrideva e mi aiutava ad abbracciarle.
Passata un'ora ha fatto risalire tutti in barca ma mi ha fatto cenno di aspettare. Mi ha chiesto se ne volevo tenere ancora una...
Una Razza gigantesca è apparsa vicino a lui, più di un metro di apertura "alare". Si è appoggiata, col suo aiuto sulle mie braccia, e ho iniziato a cullarla. Mentre lui recuperava l'ancora, io rimanevo lì in piedi nell'acqua e cullavo questo splendido essere che mi accarezzava il volto col suo musone. Il tempo per me si è fermato... un fotogramma infinito nel mio cuore, una traccia nelle mie cellule, una gioia infinita.

Arrivato il tempo di tornare siamo ripartiti verso terra e, quando siamo scesi, il signore anziano dalla faccia scolpita dal vento e dal sole, mi ha preso la mano e mi ha baciata sulla guancia, dicendomi in inglese... tu le ami... che commozione nel mio cuore e, credo, anche nel suo.

Torniamo verso il luogo dei delfini. Mi attardo lungo il percorso per asciugarmi e cambiarmi velocemente. Passo quindi in fianco alla zona dei delfini da sola. Ed ecco che due di loro arrivano dritti verso di me. Un saluto? Non lo so, ero lì solo io. Uno si avvicina e apre la bocca guardandomi. Mi piace pensare che fosse un sorriso di saluto. Sto per allungare la mano ma arriva subito il fotografo che mi dice di non farlo e mi dice che sono le due femmine, Sally e Lucy. Mi seguono fino a quando mi allontano dal bordo dell'acqua.

dolp1.JPG
Lucy


dolf2.jpg
Lucy o forse Sally


dolf3.jpg
Sally


Il mio cuore traboccava di amore infinito per loro, per l'oceano, per la bellezza che ho toccato con mano. E', e rimarrà, uno dei ricordi più belli della mia vita.
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
mariposa azul
Messaggi: 3558
Iscritto il: 03/10/2008, 0:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda mariposa azul » 25/02/2015, 17:09

Madò che bello!! Mi hai fatto sognare di essere lì con te, immersa in quel mare cristallino attorniata da morbidi delfini e svolazzanti mantre...che avventura, si tocca con mano l'amore che esplode dal tuo racconto. Grazie Shanti...che bello! :emtc9:
:emtc73: :emtc73: :emtc73:
Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.”
RICHARD BACH

Avatar utente
Angel
Messaggi: 2660
Iscritto il: 31/05/2009, 0:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda Angel » 25/02/2015, 19:59

Oh che commozione......mi è arrivato tutto il tuo amore.......che foto meravigliose, grazieeeeee!!!!!! :emtc9:
Siamo fatti per rendere manifesta la gloria dell'Universo... che è in noi
Angel

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda shanti » 25/02/2015, 21:42

Grazie ragazze. Sono felice di avervi trasmesso, almeno in parte, quello che ho provato.
Gabri mi hai fatto morire dal ridere con le "mantre" ommm ommmm :emtc8:

:emtc10: :emtc10: :emtc10:
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
mariposa azul
Messaggi: 3558
Iscritto il: 03/10/2008, 0:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda mariposa azul » 25/02/2015, 23:31

Dicesi "mantra" un pesce meditativo... :emtc8: :emtc75:
Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.”
RICHARD BACH

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Navigando sulle onde di Mama Cocha

Messaggioda shanti » 25/02/2015, 23:45

Ahhhhhh ecco! Gh gh gh
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti


Torna a “Viaggiare, sì viaggiare...”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron