Annuncio Google

MABON, l'Equinozio d'autunno

Tradizioni, miti, racconti del Popolo Celtico
Artos

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda Artos » 16/09/2011, 13:18

Ciao ho letto l'articolo e mi è venuto in mente Castel del Monte che il Tavolaro in uno dei suoi libri racconta cosa succede a livello solare all'inizio dell'Equinozio. Lui racconta che l'ultimo raggio di Sole del giorno dell'Equinozio d'autunno entra da una finestra e và verso uno dei 5 camini del Castello a significare che accendeva un qualcosa e probabilmente a significare che il Sole non muore mai compreso i 6 Mesi di maggioranza del buio. Questo mi ricorda quando ero bambino una volta durante la notte ero completamete sveglio e mi trovavo nella Tenebra molto densa. Scendevano dal cielo dei tronchi infuocati e arrivavano sul terreno e rimbombavano. Ebbene in quella Tenebra molto fitta con questo scenario c'era una percezione incredibile delle cose che mi circondavano. Comunque sembra che per il futuro Dio non parlerà più dai rovi ma bensì dalla rappresentazione di una Montagna con un albero sopra. Ciao e un abbraccio fraterno.

Annuncio Google
Avatar utente
drago-lontra blu
Messaggi: 7528
Iscritto il: 01/11/2008, 0:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda drago-lontra blu » 16/09/2011, 13:36

ciao Artos.
c'è scritto poco sul forum a proposito di Castel del Monte, se ne sai qualcosa in particolare sarebbe bello leggerti.

Ma quella notte della tua infanzia, ti va di raccontare meglio, visto che hai iniziato? nessun obbligo.
Ciao un abbraccio
Immagine

Immagine

Artos

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda Artos » 16/09/2011, 14:13

Ciao Drago Blu per Castel del Monte uno po' per volta lo sto raccontando vedasi l'obelisco di San Pietro a Roma e la Taranta o la Pizzica Leccese. Magari cercherò di scrivera qualche altra cosa di interessante. Per quanto riguarda la visione o l'esperianza della Tenebra niente di particolare. Quando ero piccolo non ricordo bene l'età mi è capitato di essere sveglio e di vedere un buio come non l'ho mai visto e dal cielo cadevano dei tronchi infuocati rimbalzavano sulla Terra e facevano rumore. Ti devo dire con quel buio pesto che sembrava un muro molto spesso si vedevano le vie, le case, i giardini era come se fosse mezzogiorno però c'era un buio denso. Ho collegato che Dio ha senpre parlato dai rovi. Nella Bibbia c'è scritto che lui la mattina presto ti parla all'orecchio. Chi ha simbolo di Anima es. l'Occhio nel momento che Dio ti parla si tramuta in immagine. il tuo occhio vede. Però come Anima ripeto devi avere l'Occhio se no non puoi capire o avvicinarti alla realtà è difficile spiegare. Queste sono esperienze non lette o scritte o per sentito dire. Per quanto riguarda i prossimi 200 o 300 anni Dio non parlerà più dai Rovi infuocati ma come un'Immagime di un monte con un albero sopra. Dopo non sò. Questo però l'ho letto non è farina del mio sacco. Un saluto e abbraccio fraterno.

Artos

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda Artos » 16/09/2011, 16:58

Ciao Drago Blu pensavo pochi istanti fà che magari quello che io chiamo orecchio e che procura una visione, magari voi ho visto quando parlate diciamo il vostro linguaggio magari lo chiamate sentire? Magari quel sentire vi procura anche a voi una percezione visiva, oppure, olfattiva, etc. etc.? Scusami la mia ignoranza ma se non faccio così non imparerò il vostro linguaggio e cosa intendete dire. Ciao e un abbraccio fraterno.

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda shanti » 16/09/2011, 17:18

Ciao Artos, qui c'è un articolo proposto da Drago e con altre risposte clicca qui

E' molto bello quello che ci racconti caro amico, sono sensazioni direi imponenti.

Credo che sia qualcosa di più del normale "sentire". Lì c'è anche la visione.

Non ho percezione visiva (due sole volte è accaduto), nè uditiva e chi mi conosce sa quanto mi piacerebbe ascoltare da fuori la voce e non da dentro. Da quel lato sono gnucca, si vede che non ho il simbolo dell'occhio in me.
Però il sentire per me, è soprattutto andare oltre il ragionamento, aprire le porte dell'ascolto interiore, le porte del cuore, andare oltre le parole, lasciare libera la mente dai concetti e dagli schemi che catalogano tutto.
Da sensazioni fisiche, ad esempio una specie di pugno nello stomaco davanti a un'energia pesante o il brivido che sale lungo la schiena alla presenza di Michele. O permette di percepire dov'è il disagio di una persona, i suoi chakra e altre cose simili.
Il sentire è come un'onda sottile, a volte completamente illogica che ti sorprende e magari ti fa cambiare completamente programma all'ultimo momento.
Il sentire ti aiuta a connetterti con l'infinito. E' semplicemente lasciarsi andare, senza paura a ciò che lo spirito ci porta. Le sensazioni visive e uditive sono forti, sono lì, davanti a te e sono un altro modo di percepire.
Questo è quello che in questo momento mi viene da dirti.
Grazie per questa tua voglia e apertura verso un modo di essere che magari sembra diverso dal tuo, ma forse lo è meno di quanto pensi.
Un abbraccio.
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
drago-lontra blu
Messaggi: 7528
Iscritto il: 01/11/2008, 0:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda drago-lontra blu » 16/09/2011, 17:21

ahhhhhhh si Artos, usiamo sentire, per definire ogni tanto ciò che arriva.
posso parlare per me soltanto, ecco dipende da cosa decido di sentire , questo il più delle volte. Si rispecchia poi sul lato fisico il riconoscimento di quanto sento, diverso a seconda dei casi.
Ti dirò, se mi si arriccia il naso, in questo mio sentire, sintomo semplicissimo fisico e ignorato dai più, puoi stare certo che c'è un sottofondo da scoprire, come minimo.
Mia figlia usa l'olfatto, ( in certi casi) , la sento dire che quella persona puzza, non di sudore o di acque di profumo, parlo dell'odore personale. Lei associa questo ad un animo di indole cattiva. e il bello è che non si sbaglia...
Sai , sei curioso e aperto, ti ringrazio.
Ciao,
Immagine

Immagine

Artos

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda Artos » 16/09/2011, 17:42

Ciao Shanti e Drago Blu secondo me è importante scarbiarci certe cose che ci capitano. Anche se sono molto difficili da dire e spiegarsi. Adesso da gennaio 2011 sto facenco Yoga e mi trovo un'insegnante che la pensa come voi. Diciamo che da qualche anno prima del 2000 sto cercando in modo di applicare quello che avete detto voi. Effettivamente è molto interessante vedere le aure o energie intorno al corpo di una persona, oppure altre cose che dite. E' molto interessante anch'io adesso sto applicando le vostre pratiche vedremo i risultati. Comunque le vostre pratiche e quello dello Yoga sono con i tempi attuali e futuri forse sono io fuori tempo. Chissà quante cose scopriremo di noi? Un saluto e abbraccio fraterno.

Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda shanti » 16/09/2011, 17:53

Certo, è importante, serve a conoscerci, a capirci col cuore a ri-conoscerci.
In fondo non si tratta di pratiche particolari ma di lasciare un po' andare gli schemi rigidi e uscire a prendere una boccata di aria fresca, e tornare alla semplicità.
E ognuno usa i mezzi che sente più adatti, dalla passeggiata nei boschi, allo yoga, dal respiro dell'infinito di Michele al godersi la bellezza di una farfalla, dal reiki, al silenzio o al gioire con gli amici.
Tutto è giusto quando ti rende leggero e ti porta uno stato di quiete e di benessere.
Un bacio
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti

Avatar utente
drago-lontra blu
Messaggi: 7528
Iscritto il: 01/11/2008, 0:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda drago-lontra blu » 16/09/2011, 17:55

Per noi della vecchia guardia questo era l'unico modo , parlo per me, con cui avvicinare questo tipo di lavoro.
Oggi, che lavoriamo nella quinta dimensione, possiamo farlo grazie a questo, ma le giovani leve hanno di fronte impensate possibilità.
Anche noi del resto, basta volerlo. siamo o no pionieri?
Immagine

Immagine

Avatar utente
goffry
Messaggi: 431
Iscritto il: 07/08/2009, 0:00

MABON, l'Equinozio d'autunno

Messaggioda goffry » 16/09/2011, 17:57

hahahaha drago chissa che puzza di costolina facevo domenica per tua figlia hi hi
I sogni creano la vita, la fantasia la colora

Lascia scorrere le parole in te , lascia fluire lo spirito in te ,non vi sono momenti di paura ma solo attimi di distrazione dal proprio se.
Lascia fluire le parole in te lascia fluire il sentire di te , la luce è .
( l'ascolto di sé )


Torna a “I Celti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti