Annuncio Google

Arc. Michele : Quando Sorgono due Soli: Sirio e il Nuovo Anno Planetario By Celia Fenn

Messaggi, luoghi, immagini dell'Arcangelo che protegge Città di Luce.
Avatar utente
Mary
Messaggi: 2700
Iscritto il: 22/09/2008, 0:00

Arc. Michele : Quando Sorgono due Soli: Sirio e il Nuovo Anno Planetario By Celia Fenn

Messaggioda Mary » 31/07/2015, 17:32

Quando Sorgono due Soli: Sirio e il Nuovo Anno Planetario
di Celia Fenn


19 luglio 2015



La fine di luglio viene celebrata come il Nuovo Anno Planetario perché molte delle antiche razze di Custodi del Tempo sulla Terra lo riconoscevano come il momento in cui iniziava un importante Nuovo Ciclo di Tempo Evolutivo. Questo periodo era anche associato con quel che era conosciuto come la “Porta del Leone”, il momento storico in cui la costellazione del Leone era in allineamento con le Piramidi di Giza. Ma, potreste chiedere, perché quest’anno, il 2015, per me è così importante?

È importante perché il Nuovo Anno Planetario celebra il momento in cui la Stella Blu Sirio sorge nel cielo del mattino nello stesso momento e in una posizione vicina al nostro Sole. È il momento in cui la Terra ha due “soli” visibili nel cielo. In Frequenza uno è Dorato e l’altro è Blu. Questa congiunzione di Stelle celebra la lunga connessione tra la Terra e il suo Sole e il Sistema Stellare di Sirio.

Nell’Antico Egitto, nella civiltà post-Atlantidea che si sviluppò lungo le sponde del Nilo, la levata eliaca di Sirio, così come è conosciuta, segnava anche il momento in cui il Nilo, a causa delle piogge in Africa centrale, si innalzava e inondava le pianure d’Egitto affinché i raccolti crescessero. L’innalzamento delle acque rappresentava il ritorno dell’Abbondanza e delle Benedizioni alla terra e ciò era associato anche con Sirio e la sua levata eliaca a Est.

È da molto tempo che Sirio è una luce e una forza guida nell’Evoluzione della Terra. Ci sono stati molti potenti Maestri delle Stelle venuti sulla Terra per aiutare l’Umanità e si credeva fossero “dei”. Questi maestri includevano gli Esseri conosciuti come Iside e Osiride, che portarono l’arte dell’agricoltura e dell’apprendimento alle popolazioni dell’Antico Egitto, per aiutarli a ricostruire il loro mondo dopo il trauma della catastrofe atlantidea. E ora, in questo momento, ci viene detto che i Maestri Siriani stanno tornando sul nostro mondo per aiutarci ad allineare le nostre frequenze con la Luce Diamante che sta innalzando la frequenza del nostro Pianeta e dell’Umanità.



Il Sole Dorato e il Sole Blu

Come Maestri, i Siriani portarono informazioni agli Antichi Egizi che li aiutarono a ricordare chi erano e dove stavano andando. Insegnarono loro i principi dell’Ascensione che furono registrati su papiro e sui muri delle piramidi e dei templi. Ci ricordarono che i nostri corpi appartengono alla Terra ma le nostre Anime provengono dalle Stelle.

In anni più recenti, ci hanno ricordato anche che tutto è energia e frequenza e che ascendere o elevare la nostra coscienza significa che possiamo allinearci con le frequenze che provengono dal Cuore Cosmico e dal Centro Galattico e stanno elevando la frequenza del nostro Corpo di Luce, Corpo Fisico e DNA.

I Siriani sono stati i primi a insegnarci la “Coscienza Cristica” personificata nella Luce Dorata del Sole. La Frequenza D’Oro era Luce Divina e trasportava l’energia dell’Amore Divino e della Compassione. Mentre l’Umanità si apriva per ricevere una quantità maggiore di trasmissioni di Luce Divina e di Codici di Luce che avrebbero elevato la coscienza, essi abbracciarono la Luce D’Oro e attivarono il Corpo di Luce e la coscienza Multidimensionale. I primi Avatar Siriani della Coscienza Cristica furono Iside e il suo partner Osiride, che portarono la Luce Dorata in Egitto. Gli Avatar Siriani che arrivarono dopo furono Yeshua, conosciuto come Gesù, e la sua partner, Maria Maddalena. Insieme impersonarono le frequenze del Maschile e del Femminile Divino della Frequenza D’Oro della Coscienza Cristica.

Il Sole Blu era Sirio stesso e conteneva la Frequenza Blu di quel Sistema Stellare conosciuto anche come “Stella Blu”. Questa profonda Luce Blu conteneva i Codici di un’avanzata razza di Esseri di Luce che erano al servizio del Piano Divino e dell’Evoluzione della Galassia e della Terra. Il sorgere del Sole Blu indicava un altro ciclo di Luce, Amore e Sostegno dai Maestri Siriani sul Sentiero dell’Evoluzione. Dopo quell’evento, chi era sulla Terra poteva aspettarsi grandi benedizioni e abbondanza nella propria vita.

Potreste chiedervi, che cosa accadde? Perché questo insegnamento è andato perduto e perché viene recuperato soltanto ora nel momento in cui siamo nel processo di Ascensione? Beh, nell’antico mondo egizio i doveri sacri dei Maestri furono interrotti da un clero corrotto che aveva un programma di controllo principalmente attraverso la manipolazione delle energie sessuali. Poiché il mondo è una zona di libero arbitrio, l’Umanità fu lasciata a proseguire sul suo percorso e i Maestri siriani si ritirarono dall’Egitto. L’arrivo di Yeshua e Maria Maddalena rappresentò un’altra opportunità per ancorare e radicare la Frequenza Dorata. Inizialmente, dopo la morte di Yeshua, questo fu realizzato da Maria Maddalena che portò gli insegnamenti in Francia e in Europa. Ma, di nuovo, ci fu un clero corrotto che nel 12mo secolo con la Crociata Albigese terminò la linea di Maria Maddalena.

Ora, nel 2015, ci viene data l’occasione per vivere il processo di integrazione della Frequenza D’Oro nel processo d’Ascensione. E, quando il Sole Blu sorge nel cielo del mattino, ci viene ricordato che dal Sole, da Sirio, dal Grande Sole Centrale nel Centro della Galassia e Sole o Cuore Cosmico si riversano ondate d’Amore e Benedizioni. Il Sole Blu rappresenta l’Amore e il Sostegno di esseri di Luce avanzati che si sono incarnati sulla Terra o che hanno guidato la coscienza in altri modi per realizzare questo momento di profondo cambiamento in cui la Terra è pronta a diventare un Corpo di Luce e una Stella Dorata e Blu Multidimensionale.



La Porta del Leone

Dopo il Nuovo Anno Planetario, il 26 luglio, si apre un potente Portale o Vortice che permette a questi nuovi Codici di Luce di inondare le griglie della Terra. Man mano che il tempo passa, la costellazione del Leone non si allinea più con il sorgere del Sole. In questo vortice, però, quello che è importante è l’energia del Leone.

Il Leone è il Custode della Frequenza dell’Africa e l’Egitto ne fa parte. Il Custode dello Spirito del Portale è lo Spirito Animale che protegge l’integrità del continente africano. Il Leone rappresenta anche il Potere Spirituale e Yeshua/Gesù era conosciuto come il “Leone di Giuda”, come rappresentante della linea degli avatar Siriani sulla Terra.

Quindi, la “Porta del Leone” è quel momento in cui il portale si apre per far entrare i nuovi Codici e le nuove Informazioni che saranno il modello per l’anno a venire. Il Leone Reale si erge a difesa della Nuova Linea Temporale. Negli antichi geroglifici egizi, la Porta era rappresentata da due Leoni uno di fronte all’altro ed erano conosciuti come i Leoni dell’Ieri e del Domani e, naturalmente, era l’“oggi” che si riversava attraverso la porta. L’“adesso” infinito del tempo presente che può essere sperimentato come flusso, creatività e benedizioni. La Porta del Leone si apre il 26 luglio, raggiunge l’apice l’8 di agosto e si chiude il 12 agosto.

Ed è così che, in questo periodo, ci sono molte conclusioni e nuovi inizi che accompagnano i fiumi di Luce che arrivano attraverso la Porta del Leone. Non siate tristi o turbati se questi sono tempi intensi, devono essere così. Il potere delle nuove benedizioni sta spazzando ciò che non è più necessario affinché il nuovo possa attecchire e arrivino le benedizioni. Nell’antico mondo egizio questo si vedeva chiaramente quando il Nilo inondava le terre circostanti spazzando le messi dell’anno precedente e depositando il ricco limo che sarebbe stato lo strato che avrebbe generato i raccolti della nuova stagione che avrebbe nutrito la popolazione e la terra. Nel nostro tempo, la manifestazione può non essere così ovvia, ma stiamo passando attraverso le stesso intenso processo di conclusioni e nuovi inizi per un più ricco e abbondante ciclo a venire.




L’Ascensione e i Maestri

Ora, mentre siamo in questo meraviglioso processo d’Ascensione della nostra coscienza a frequenze superiori, veniamo nuovamente aiutati dal Maestri Siriani. Ma, questa volta, non siamo in relazione con “dei” e “soggetti”. Stiamo ascendendo al nostro stesso potere e i Maestri vengono visti come guide e aiutanti anziché “dei”.

Quando riconosceremo la Fiamma Divina dentro di noi e quando impersoneremo le Frequenze Superiori incluse quelle Dorate, Blu e Diamante, comprenderemo che la Terra è stata “promossa” a un nuovo livello in cui i Maestri Siriani possono essere consultati come “Famiglia delle Stelle” e “Antenati delle Stelle”, ma dobbiamo essere noi a guidare la nostra stessa Evoluzione attraverso le nostre Intenzioni e le nostre Scelte.

I Maestri sono qui per tenere dei “Master”, per ricordarci chi siamo e per aiutarci ad appropriarci del nostro potere, ma dobbiamo essere noi a incarnare le Frequenze Arcobaleno Cristalline della Nuova Terra.

Questo periodo del Nuovo Anno Planetario e della Porta del Leone è un momento ideale per abbracciare questa verità e appropriarci nel nostro Potere e della nostra Luce Multidimensionale come Umani Ascesi, come Anime della Nuova Terra che contengono tutte le Frequenze Superiori di Luce che ci furono donate dai Maestri e dagli Avatar delle Stelle per far avanzare la nostra Evoluzione Spirituale e Fisica sulla Terra.



Fonte: http://www.stazioneceleste.it

Annuncio Google
Avatar utente
shanti
Amministratore
Messaggi: 12617
Iscritto il: 06/09/2008, 12:00

Re: Arc. Michele : Quando Sorgono due Soli: Sirio e il Nuovo Anno Planetario By Celia Fenn

Messaggioda shanti » 31/07/2015, 21:01

:emtc144: Bellissimo messaggio cara Mary. Sirio, amata stella... :emtc144:
Sii umile perché sei fatto di Terra, sii nobile perché sei fatto di Stelle.
Con la Luce di Michele nel cuore. shanti


Torna a “Arcangelo Michele”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite